Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

4 passi per una siepe fatta da sé

Una recinzione verde non è solo una bella decorazione da giardino, ma anche una protezione efficace dalla vista dei vicini. Descriveremo passo dopo passo come piantare e curare una siepe.

  1. Scegli la data di semina giusta

I tempi di semina delle siepi dipendono dal tipo di piante che svolgeranno le sue funzioni:

  • arbusti decidui con radici aperte (coltivato nel terreno nei vivai e dissotterrato per la vendita) dovrebbe essere piantato all’inizio della primavera, prima che inizino a formarsi i germogli, o all’inizio dell’autunno, quando le foglie cadono.
  • arbusti di conifere insieme a arbusti decidui sempreverdi pianta a cavallo tra agosto e settembre,
  • Arbusti coltivati e venduto in vaso, può essere piantato per tutta la stagione (da aprile a ottobre)
  1. Prepara il terreno

Se all’inizio della primavera tenevi alle condizioni del terreno, ora è sufficiente scavarlo a una profondità di circa 50 — 70 cm Il terreno che non viene coltivato da molto tempo richiede cure intensive: rimuovere piccoli sassi, erbacce, allentando dalla sua superficie e condimento superiore con compost o altro tipo di fertilizzante naturale. Inoltre, è necessario aggiungere sabbia a grana grossa al terreno pesantemente compattato per renderlo meno compatto.

Il terreno preparato può essere scavato di nuovo, questa volta più in profondità, circa 80 cm Ricordarsi di non mescolare il terreno fertile superiore con il terreno inferiore meno fertile (mettere da parte il terreno fertile, quindi allentare il fondo e versare di nuovo sopra).

  1. Come piantare una recinzione vivente?

Le piante che fungono da siepi possono essere piantate in due modi: in una o due file.

La piantumazione a fila singola è particolarmente indicata per siepi non formate e piante che richiedono luce come abete rosso, larice e ginepro. Tuttavia, in due file, pianta quelle piante che richiedono una potatura intensiva.

Weiterlesen:
Fine settimana di maggio - l'inizio della stagione del barbecue

Se vuoi che la distanza tra le singole piante nella siepe sia maggiore (60-70 cm), piantale in buche separate. Devono essere abbastanza profondi; in modo che le radici al loro interno non si pieghino (in tal caso, non forzarle a piegarsi, ma tagliarle alla lunghezza desiderata). Versare terreno fertile sulle radici e compattarlo, e formare “ciotole” intorno alla pianta in cui si raccoglierà l’acqua.

Una giovane siepe è particolarmente vulnerabile ai danni, quindi vale la pena proteggerla con una recinzione bassa finché non cresce.

  1. Primo taglio di una giovane siepe

Il primo taglio di una giovane siepe è d’obbligo, che sia una pianta in forma o meno.

Gli arbusti piantati in primavera vengono potati subito dopo la semina. Le piante piantate in autunno vanno lasciate fino alla primavera successiva (svernano meglio se non potate). Taglia le siepi molto ramificate ad un’altezza di 30-40 cm dal suolo, quelle più deboli — molto più basse, a circa 10 cm dal suolo.

Le siepi sempreverdi non hanno bisogno di essere potate subito dopo la semina. Questo vale sia per le piante di conifere che per quelle decidue. Di norma, i giovani sempreverdi sono ramificati in modo uniforme, quindi il periodo delle loro talee è solo dopo diversi anni di coltivazione; le uniche eccezioni sono il larice e il pino canadese, che dovrebbero essere potati nel primo anno di coltivazione.

Una siepe sufficientemente alta e fitta non solo ti isolerà efficacemente dagli occhi dei passanti, ma ti proteggerà anche dall’inquinamento e dal rumore generato dalle auto che passano vicino alla tua casa.

PER SAPERNE DI PIÙ: Cura delle siepi: ti ricordi tutto?

Weiterlesen:
Decespugliatore a benzina: perché ogni giardiniere dovrebbe averne uno?

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector