Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Caratteristiche della selezione e conservazione delle talee in inverno

La corretta preparazione delle giovani piante per la semina primaverile è estremamente importante per un raccolto ricco. Per la vite, la raccolta e la conservazione delle talee sono fondamentali.

Caratteristiche della selezione e conservazione delle talee in inverno

Caratteristiche della selezione e conservazione delle talee in inverno

Selezione e preparazione delle talee

La selezione e la raccolta delle talee sono soggette a una serie di regole:

  • È meglio raccogliere le talee durante la potatura autunnale dell’uva. Cade a fine ottobre-inizio novembre. In questo momento le foglie sono già cadute, sono passate le prime gelate, la temperatura è mantenuta a 5 ° C. La concentrazione di nutrienti nelle bacchette raggiunge il massimo e i primi scatti a freddo induriscono i giovani germogli. In primavera, tutte le forze della pianta saranno dirette alla guarigione delle ferite e non allo sviluppo di nuovi germogli, che influiranno negativamente sul raccolto.
  • Gli esemplari di maggior successo sono talee annuali a tre occhi che crescono nella parte centrale della vite. Sono apprezzati per la loro fecondità e un livello di sviluppo più elevato tra gli altri figliastri dello stesso anno. Scegli solo una vite completamente matura. Le sue caratteristiche sono un colore marrone chiaro uniforme, tessuti lisci e duri e un leggero crepitio quando si cerca di piegarsi. I rami acerbi hanno colore verde sporco, struttura eterogenea e leggere rughe in superficie.
  • Per scegliere il vitigno giusto, dovresti concentrarti sul suo aspetto e sulle caratteristiche varietali. Scegliete uve che ogni anno fruttificano bene nelle condizioni climatiche della regione e tollerano facilmente gli sbalzi di temperatura. Una caratteristica importante nella scelta di un cespuglio genitore è la sua salute durante il periodo di potatura. Se la pianta è infetta da un’infezione o gravemente danneggiata da parassiti, non viene utilizzata per talee: viene indebolita in anticipo. Anche la corteccia, le gemme e il nocciolo dell’uva danneggiati meccanicamente sono controindicazioni durante la raccolta delle talee.
Weiterlesen:
Cos'è una vite

Quando si scelgono e si potano i giovani germogli per le piantine, si seguono le seguenti regole:

  • i rami da tagliare dovrebbero avere uno spessore compreso tra 5 e 8 mm, quelli più spessi non tollerano il radicamento o l’innesto e piantare rami più sottili è destinato a un lungo periodo di adattamento;
  • il taglio viene effettuato ad una distanza di 2-3 cm dall’internodo per lasciare spazio a future vaccinazioni;
  • le lame del potatore utilizzate per la potatura devono essere affilate e pulite in modo che il processo non rovini il gambo;
  • la lunghezza delle talee è di 70-140 cm, ciascuna può avere 6-8 occhi o più, perché i rami lunghi si conservano meglio fino alla primavera.

Stoccaggio a gambo

Le talee si conservano bene e attecchiscono con successo all’inizio della primavera, a condizione che il loro contenuto d’acqua non scenda al di sotto del 20% del totale. Ogni giorno, i rami tagliati perdono fino al 3% di umidità, quindi dovrebbero essere preparati per la conservazione immediatamente dopo essere stati rimossi dal cespuglio. Quindi c’è la possibilità di mantenere il contenuto di acqua e le sostanze nutritive all’interno delle piantine.

Le talee prima di essere riposte in un luogo di stoccaggio per il periodo invernale vengono lavorate per distruggere gli agenti patogeni.

Per fare ciò, utilizzare una soluzione al 3% di solfato di rame o ferro. È fatto diluendo 1 cucchiaino. vetriolo in 1 cucchiaio. acqua. Tale disinfettante viene spruzzato o lavato con rami destinati alla conservazione, lasciati asciugare completamente. La lavorazione avviene subito dopo la selezione e il taglio della vite.

La conservazione delle talee d’uva in inverno include diversi metodi. Tutti loro sono accomunati dall’osservanza di alcune regole generali:

  • l’umidità nell’area di stoccaggio è del 90-95%;
  • la temperatura non scende al di sotto di 0°C e non supera i 4°C;
  • il luogo di stoccaggio deve essere protetto dai roditori;
  • le talee vengono regolarmente controllate per rilevare la presenza di funghi, marciume, muffe.
Weiterlesen:
Uva Conte di Montecristo

Ripostiglio in cantina

Caratteristiche della selezione e conservazione delle talee in inverno

Le talee appena tagliate devono essere preparate per la conservazione

Solitamente la cantina è adatta non solo per le verdure e gli sfridi, ma anche per la conservazione delle talee d’uva in inverno. Si adatta al conto se scavato correttamente. Il seminterrato della casa è spesso saturo di varie comunicazioni di calore, il che crea condizioni inadatte con un aumento della temperatura e dell’aria secca durante il periodo invernale.

La preparazione delle barbatelle per la conservazione in cantina prevede l’immersione in paraffina liquida subito dopo la rimozione dalla boscaglia. Quindi le ferite aperte saranno ostruite, il che non consentirà alle sostanze benefiche di lasciare la vite. Successivamente, i chibouks vengono raccolti in piccoli mazzi di 5-10 pezzi. I fasci vengono avvolti con normale pellicola trasparente con l’aggiunta di segatura bagnata, che viene periodicamente sostituita o inumidita.

È possibile trattenere una quantità sufficiente di umidità senza l’uso di paraffina. Per fare questo, i fasci di chibouks vengono posti a un’estremità in scatole con sabbia bagnata. Controllare regolarmente il livello di umidità del contenuto e la reazione dei rami in modo che non vi siano marciumi o muffe.

Conservazione a freddo

Puoi conservare la vite in inverno prima di piantare in frigorifero.

È facile impostare la temperatura e il livello di umidità desiderati e gli spazi vuoti stessi non occupano molto spazio. È solo importante non mettere i rami nel congelatore.

La conservazione delle talee d’uva in frigorifero suggerisce che le piantine future siano avvolte in un panno naturale pulito e umido. Successivamente, i fagotti vengono posti in una busta normale e posizionati sul ripiano del frigorifero. L’uva confezionata periodicamente viene controllata per la presenza di processi indesiderati, il tessuto di avvolgimento viene cambiato e viene inumidito. L’olfatto serve spesso come segnale di cambiamento.

Weiterlesen:
Descrizione delle uve Variegato

Stoccaggio in loco

Alcuni giardinieri non hanno cantine nelle loro trame e il seminterrato della loro casa è troppo caldo.

Quindi possono utilizzare un modo semplice per conservare le talee d’uva nel proprio cortile o cottage estivo. Per fare questo, in un luogo protetto (vicino a una recinzione o qualsiasi edificio), scavano una trincea profonda 50 cm su una collina.In modo che l’acqua non inondi il deposito durante la stagione delle piogge o quando la neve si scioglie, sono presenti piccole scanalature di drenaggio scavato accanto ad esso verso il pendio.

La dimensione della trincea dovrebbe corrispondere al numero di chibouks riforniti. Il fondo della fossa è ricoperto di sabbia bagnata con uno strato di 5 cm su cui sono adagiate le talee legate in fasci, contrassegnate da etichette con il nome della varietà. Dall’alto la vite viene ricoperta da altri 7-8 cm di sabbia bagnata. Lo strato più alto è ben posato sul terreno, lo spessore dello strato è di almeno 25-30 cm Dall’alto, per una migliore protezione dall’acqua in eccesso, è installato un baldacchino o una copertura di ardesia, materiale di copertura o pannelli. Con questa conservazione delle talee, la sabbia mantiene l’umidità necessaria e la terra asciutta non consente lo sviluppo di batteri patogeni.

Raccolta e conservazione delle barbatelle d’uva

Raccolta e conservazione delle talee d’uva in inverno

Conservazione delle vinacce

Usando le talee

In primavera, a marzo, prima dell’innesto diretto o della messa a dimora di talee nel terreno, si valuta lo stato dei rami. Idealmente, la vite sembra essere stata tagliata di recente: mantiene il colore, non sembra troppo seccata o appassita. A volte c’è della muffa sulla superficie, che viene rimossa con un pennello a setole morbide. La lavorazione delle talee viene effettuata utilizzando una soluzione di vetriolo o un altro disinfettante contro i funghi.

Le talee troppo essiccate con la corteccia che cade vengono imbevute per restituire loro un alto contenuto di sostanze essenziali e umidità nel nucleo.

È meglio usare acqua dolce per questa procedura: acqua di fusione, piovana o sorgiva o una soluzione con sostanze stimolanti. I tubi vengono posti in tale liquido per 24-48 ore: un ammollo più lungo provoca processi putrefattivi nello spessore della vite. Subito dopo questa azione, in primavera, le talee vengono tagliate in più piccole, 3 occhi su ciascuna, e utilizzate in innesto o come piantine.

Weiterlesen:
Descrizione dell'uva Shahinya dell'Iran

conclusione

Il rispetto di tutte le regole per la conservazione degli elementi utili contenuti nella vite a fine autunno contribuisce a garantire una buona vendemmia. Le talee devono essere conservate in determinate condizioni e fornire loro il massimo comfort.

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector