Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Come coltivare un bonsai da soli?

Bonsai non è altro che un albero in miniatura coltivato con passione e dedizione. Questa tradizione è tornata dall’Asia orientale ed è molto popolare oggi. Ci saranno sicuramente persone che sognano di creare questa opera d’arte unica. Consigliamo come coltivare i bonsai perché richiede molto impegno e precisione.

Per i bonsai è molto comune scegliere specie vegetali coltivate in pieno campo. Alcuni di loro potrebbero provenire da da un clima caldoPertanto, quando li scegli, dovresti sempre leggere i requisiti della pianta per fornirle le condizioni più naturali per lo sviluppo. Le varietà destinate esclusivamente alla coltivazione indoor includono: gardenia di bambù, fucsia, limone e gelsomino. Specie all’aperto di latifoglie e conifere popolari in Polonia, come faggio comune, ontano nero o abete rosso. I bonsai vengono solitamente piantati in vasi piatti, ma bisogna prestare attenzione per fornire le giuste condizioni per lo sviluppo dell’apparato radicale. Quando si prende cura di un albero, è necessario prestare particolare attenzione alle condizioni del suo terreno, all’accesso alla luce e alla temperatura corretta. Tutti questi fattori dipendono dalle preferenze delle specie che abbiamo scelto, ma di tanto in tanto vale la pena concimare il terreno con sostanze nutritive. Possono essere aggiunti insieme all’acqua durante le annaffiature, ma è importante la dose dell’agente specifico utilizzato, che deve essere inferiore a quella indicata in etichetta e adattata alla specifica specie vegetale.

La cosa più importante è bagnare. Molti tipi di bonsai sono sensibili all’essiccazione eccessiva. Vale la pena assicurarsi che il substrato nella pentola non si asciughi mai, tuttavia è necessario rimuovere l’acqua in eccesso per farlo prevenire lo sviluppo di processi di decadimento. Una buona soluzione è anche spruzzare sulle foglie dell’acqua contenente micro e macro elementi e composti che hanno proprietà assorbenti che ne impediscono l’essiccazione. È vietato utilizzare acqua dolce per l’irrigazione, prima dell’uso deve riposare per un giorno a temperatura ambiente. Puoi anche usare l’acqua piovana se sei sicuro che non sia contaminata.

Weiterlesen:
Tradizione contro innovazione, ovvero come abbattere un albero

Anche l’arte di coltivare i bonsai è associata dandogli una forma insolitamettendo in risalto la bellezza del suo design. L’aspetto dovrebbe essere in armonia tra loro, quindi ramoscelli e foglie non possono essere strappati a mano. Tutti i trattamenti devono essere effettuati utilizzando strumenti specializzati per la coltivazione dei bonsai. Dopo la fine del trattamento hanno bisogno di essere disinfettati. Inoltre, vale la pena applicare un unguento speciale o carbone sul sito del taglio per prevenire l’infezione. Puoi anche usare un filo speciale per modellare il tronco del bonsai. Sia la modellatura che la concimazione dell’albero dovrebbero essere evitate, specialmente quando la pianta si sta adattando alle nuove condizioni o è appena stata trapiantata.

La crescita dei bonsai comporta una serie di rischi associati a cure improprie. Uno dei più comuni è essiccazione o spargimentoPertanto, è necessario assicurarsi che la pianta riceva la giusta quantità di acqua. È estremamente importante lavare le foglie per sbarazzarsene. larve di parassiti, batteri e funghi. Le malattie più comuni che colpiscono i bonsai sono clorosi, muffe, ruggine e funghi. Questi problemi possono essere evitati spruzzando una o due volte al mese.

Alcuni anni di sforzi investiti nella cura dei bonsai porteranno sicuramente risultati soddisfacenti, a condizione che oltre alla conoscenza e all’impegno, mettiamo alle sue cure energia e cuore. I veri alberi sono modellati con passione e armonia.

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector