Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Come prendersi cura dell’uva in primavera

L’uva in primavera richiede un condimento eccellente e una potatura abile. La ricompensa per un giardiniere diligente sarà una forte vite con grandi grappoli di bacche dolci. La cura dell’uva in primavera consiste in una serie obbligatoria di azioni che devono essere avviate dopo l’inverno, non appena la neve si scioglie e il terriccio si asciuga leggermente.

Come prendersi cura delluva in primavera

Cura dell’uva primaverile

Rimozione rifugio

È consentito aprire completamente la vite solo se è esclusa la possibilità di gelo.

Al sud la cura primaverile delle uve e l’allontanamento avviene non appena la temperatura media giornaliera raggiunge i 5°C-7°C. Se ciò non viene fatto in tempo, i germogli e i germogli a rapida germinazione verranno danneggiati.

Nelle regioni a clima più rigido e con le consuete gelate primaverili, la vite si apre gradualmente:

  • formare fori di ventilazione;
  • controllare il grado di sviluppo dei reni allo stadio del cono verde;
  • aprire il vigneto in più passaggi.

Molti giardinieri nella Russia centrale determinano il momento di rimuovere la protezione e come prendersi cura dell’uva svernata in primavera, in base allo stato della boscaglia. I germogli in germinazione, non i germogli gonfi, sono considerati un punto di riferimento.

Quando la vite è aperta, assicurati di svegliarla:

  • allentare il terreno intorno;
  • annaffia bene il terreno con acqua tiepida;
  • pacciame (a questo scopo è adatta l’agrofibra nera).

Innaffiare l’uva in primavera è necessario per aiutare l’apparato radicale a guadagnare rapidamente e completamente, fornendo alla pianta tutto ciò di cui ha bisogno.

I lavori per l’apertura delle uve in primavera vengono eseguiti con tempo nuvoloso: i raggi luminosi del sole danneggiano la pianta.

Valutazione dello stato della vite

I bruschi cambiamenti climatici creano molti problemi ai viticoltori. Tra loro:

  • brusche alternanze di temperature più e meno: influenzano l’altezza del manto nevoso, che porta al congelamento della vite e alla morte degli occhi;
  • inaspettato e anomalo calo delle temperature: porta al congelamento di un gran numero di gemme future e ad una forte diminuzione della resa;
  • gelate primaverili improvvise con riscaldamento costante.
Weiterlesen:
Descrizione del vitigno Krasa travi

Per curare adeguatamente le uve in primavera, è indispensabile avvicinarsi con saggezza alla formazione del vigneto.

Suggerimenti di coltivatori esperti per i giovani:

  • scegliere per piantare una varietà suddivisa in zone adattata alle condizioni climatiche;
  • vaccinare su uno stock resistente al gelo;
  • formare immediatamente la pianta correttamente, lasciando un numero ragionevole di occhi;
  • coprire saldamente la pianta per l’inverno;
  • innaffiare l’uva in primavera, legare, arrotolare e nutrire i cespugli, seguendo le regole;
  • non essere avidi in previsione di un grande raccolto, ma è ragionevole caricare i germogli con i grappoli.

Se l’apertura dei cespugli in primavera ha mostrato uno svernamento di successo, iniziano la potatura e la giarrettiera dei giovani cespugli.

Se i cespugli d’uva hanno svernato senza complicazioni, il numero in eccesso di germogli viene normalizzato dalla potatura. È completato prima dell’inizio del germogliamento. Questo aiuta ad aumentare la quantità di nutrienti forniti agli acini, facilita la cura dell’uva in primavera e in estate, forma e ringiovanisce la pianta.

pasynkovanie

Come prendersi cura delluva in primavera

I germogli in eccesso devono essere rimossi

Per formare un bellissimo cespuglio d’uva trasparente, in grado di produrre grandi bacche dolci, viene eseguito il pizzicamento, ad es. i germogli di secondo ordine eccessivamente cresciuti vengono rimossi. Rendono il cespuglio più spesso, prendendo i nutrienti dai germogli e dalle bacche fruttifere.

Il pizzicamento viene eseguito un mese dopo la potatura principale. I germogli vengono pizzicati a livello della seconda foglia, la stessa procedura viene eseguita con figliastri di secondo ordine. Eruzione troppo cresciuta. Pizzicare e spezzare i giovani germogli consente di dirigere le forze della pianta verso la formazione di bacche.

Potare e modellare il cespuglio

La formazione di un cespuglio dopo lo svernamento dipende dalle sue condizioni e dal grado di congelamento. Le uve in primavera dopo l’apertura vengono attentamente esaminate, viene determinato lo schema di potatura:

  • se più di ¾ dei germogli sono stati congelati, quelli congelati e quelli vecchi vengono tagliati;
  • se viene danneggiata una minor quantità di massa vegetativa, le parti non necessarie vengono sottoposte ad operazioni di rimozione, lasciando 5-15 occhi su ogni germoglio rimasto;
  • se si nota il completo congelamento delle gemme sui tessuti viventi del cespuglio, tutti i germogli vengono tagliati, lasciando alcuni germogli;
  • con congelamento completo della parte aerea, si dirada completamente, si ripristina la vite per innesto.
Weiterlesen:
Coltivazione di uve Perla Nera

La cura delle colture primaverili prevede la potatura solo di cespugli danneggiati e giovani fino a due o tre anni di età.

La vite fruttifera viene potata in autunno. La procedura viene eseguita nel seguente ordine:

  • tagliare le parti non vitali;
  • eseguire la formazione del cespuglio;
  • eseguire viti giarrettiera.

Per ridurre i danni alla vite, viene utilizzato un potatore affilato per tagliare i tralci sottili. Le molle del dispositivo sono lubrificate con olio. Il taglio è formato il più piccolo possibile, liscio: questo previene il ristagno dell’acqua, la comparsa di marciumi e malattie fungine.

È consuetudine imbiancare il tronco di alcuni alberi da giardino. Ci sono diversi argomenti a favore di questa azione per l’uva:

  • uno strato di lime protegge la tenera corteccia delle piantine dal sole splendente;
  • una pianta imbiancata a calce «si sveglia» più tardi, sopravvivendo con più successo a pericolose gelate in primavera;
  • le moderne composizioni per imbiancare proteggono le piante dai parassiti.

Le piante vengono trattate con tempo asciutto, la temperatura dell’aria dovrebbe essere superiore a 0 ° C.

Fermare la linfa (viti piangenti)

La potatura della vite nel periodo in cui si sveglia provoca un fenomeno specifico con il bel nome «piangente». Questo è un intenso rilascio di umidità da tagli o rotture. Il processo dura circa un mese e si interrompe da solo.

«Il pianto della vite» segnala il buono stato delle radici della pianta. Un flusso troppo attivo di succo durante lo sviluppo può portare a un significativo indebolimento o essiccazione della coltura a causa della perdita di umidità e sostanze nutritive.

Per fermare la perdita di succo e salvare il raccolto, applicare:

  • spalmare le ferite con una miscela di piombo rosso, acido borico e gesso, uno speciale balsamo pronto per i tagli;
  • bruciare il bordo superiore di una vite sottile, che fa arricciare l’apiario e fermare il rilascio di umidità;
  • tirando la vite con il filo per fermare il flusso di linfa.
Weiterlesen:
Caratteristiche dell'uva Camaleonte

I viticoltori che utilizzano il metodo di irrigazione precoce, allentamento e pacciamatura del terreno intorno alla vite hanno meno probabilità di incontrare il problema della produzione di linfa. Questo è qualcosa da tenere a mente per i principianti.

Controllo dei parassiti

Come prendersi cura delluva in primavera

Tratta le piante per i parassiti

Il vigneto ha bisogno di essere trattato per i parassiti in primavera. La lotta contro di loro è una parte obbligata del complesso dei lavori per la cura della vite. Ciò consente di aumentare notevolmente la resa e ridurre l’incidenza dei cespugli. La prevenzione è più facile del trattamento tardivo. Include i seguenti passaggi:

  • lavorazione nel periodo successivo alla rimozione del riparo prima del germogliamento con una soluzione di solfato di rame;
  • dopo la comparsa di numerose foglie, nella prima settimana di maggio, con uno speciale preparato complesso «Horus» contro parassiti e malattie;
  • prevenzione con il farmaco contro zecche e parassiti «Sunmite» nella prima settimana di maggio;
  • trattamento una settimana prima della fioritura del massiccio principale della vite della pianta con una miscela di insetticidi («Ridomil», «Topaz», «Decis»);
  • lavorazione nella fase di fioritura di massa dell’uva con preparazioni simili.

I preparati vengono diluiti e lavorati secondo le istruzioni sulla confezione al mattino.

Irrigazione e top dressing

Una quantità sufficiente di umidità e sostanze nutritive all’inizio della primavera garantisce la durata e la produttività della vite. I giardinieri esperti raccomandano di annaffiare l’uva addormentata in primavera subito dopo aver rimosso il riparo. Alcuni coltivatori nutrono e spruzzano la vite all’inizio dell’estate (dopo che il terreno si è asciugato e i cespugli hanno iniziato a fiorire). La soluzione migliore è installare l’irrigazione a goccia.

La vite viene alimentata sotto la radice e irrorata più volte durante il periodo. Lo schema approssimativo della medicazione delle radici primaverili si presenta così (a condizione che in autunno non sia stato applicato fertilizzante):

  • all’inizio della primavera, subito dopo aver rimosso la «pelliccia», il terreno viene allentato, inumidito, cosparso di cenere di legno, pacciamato;
  • pochi giorni dopo, durante il periodo del cono verde, vengono trattati con una miscela di fertilizzanti superfosfati e urea (30 g per cespuglio);
  • alcuni giorni prima della fioritura, annaffiare e concimare con una soluzione acquosa preparata da 1 cucchiaio. l. salnitro, 2 cucchiai. l. superfosfato e 1 g di fertilizzanti di potassio (per cespuglio); l’allevamento viene effettuato in un secchio d’acqua.
Weiterlesen:
Uva Blagovest

Utilizzare il seguente schema di alimentazione delle radici:

  • mescolare 5 cucchiai. l. salnitro, 4 cucchiai. l. magnesio e superfosfato, 3 cucchiaini. fertilizzanti di potassio;
  • sciogliere la miscela in acqua per l’irrigazione;
  • le forature vengono praticate con un perno di metallo nel terreno fino alla profondità delle radici;
  • l’acqua con una soluzione di fertilizzanti viene versata sotto la radice della vite.

Quando si utilizza una soluzione di fertilizzanti organici, il tasso di salnitro viene ridotto del 50%.

Se necessario, i cespugli vengono spruzzati prima della fioritura con una soluzione di fertilizzanti già pronti. La procedura viene eseguita nelle giornate nuvolose al mattino o prima del tramonto.

Ripristino dell’atterraggio

Come prendersi cura delluva in primavera

Periodicamente è necessario cambiare i vecchi cespugli con quelli giovani.

Le attività in vigna in primavera non si limitano alla cura delle piante esistenti. Allo stesso tempo, vengono piantati nuovi cespugli e vengono eliminati l’eccesso, danneggiato o incapace di fruttificare. Tutto questo aiuta a coltivare un buon raccolto.

Il metodo più comune per propagare l’uva sono le talee, che consentono di ottenere una piantina di alta qualità della varietà desiderata. È possibile ripristinare le piantagioni di uva da ragazza decorativa non solo con talee, ma anche con semi.

La preparazione delle talee (chibouks) raccolte dall’autunno viene effettuata alla fine dell’inverno-inizio di marzo). Il materiale di piantagione deve essere di alta qualità. Per tagliare l’uva senza problemi, segui una serie di regole:

  • i tralci sono tagliati da una vite fruttuosa di qualità con corteccia marrone (dalla parte centrale, scoppiettante quando piegata);
  • il gambo tagliato deve avere almeno 4 gemme e avere un diametro fino a 5 mm;
  • per le piantine non utilizzare viti da ingrasso (spesse, oltre 5 mm).
Weiterlesen:
Descrizione dell'uva Venere

Prima della conservazione, il materiale di piantagione viene contrassegnato, quindi collocato in un luogo buio e freddo: una cantina, una trincea, un frigorifero. La temperatura di conservazione non deve superare i 5°C: le talee non devono seccarsi.

Alla fine dell’inverno, le piantine devono essere germinate in acqua, terreno o una compressa di torba bagnata. Le radici compaiono nella terza settimana.

La radicazione delle talee a marzo in casa consente di piantare uve giovani tra la fine di aprile e la metà di maggio. Le date di impianto dovrebbero escludere la possibilità del ritorno di gelate dannose per la vite.

Prima di atterrare è importante:

  • ispezionare ogni piantina, controllare l’apparato radicale e l’integrità della corteccia;
  • 2-3 giorni prima della semina, trattare le piante con uno stimolatore della crescita;
  • scavare una buca abbastanza grande per la semina: 15-20 cm in più rispetto alle radici della talea;
  • versare fertilizzante organico, humus, mescolato con il terreno sul fondo con uno scivolo.

Per piantare e radicare una piantina, segui la seguente sequenza di azioni:

  • pianta una piantina, dirigendo le radici verso il basso;
  • coprire con terra, tamponare accuratamente, legare a un piolo;
  • versare un secchio d’acqua nel cerchio del tronco risultante;
  • pacciamare il cerchio del tronco con una pellicola nera.

Successivamente, le giovani viti forniscono un’irrigazione completa e una concimazione.

La cura dell’uva, modellando un cespuglio di vite in primavera

Uva in primavera Primo trattamento per malattie e parassiti

MESSA IN PRIMAVERA DELL’UVA / CORRETTO POSIZIONAMENTO SULL’ALBERINO PER UNA VENDEMMIA GRANDE E SANA

conclusione

Il complesso dei lavori agrotecnici primaverili di potatura, legatura e concimazione dell’uva consente di formare viti robuste che possono sopravvivere all’inverno senza perdite. Se le talee germinano in tempo, i giovani cespugli vengono tagliati, colorati, in futuro non dovrai trattare il raccolto e prenderti cura della sua resa.

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector