Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Come prendersi cura delle piante grasse a casa?

Le piante grasse sono un gruppo di piante molto gratificante da coltivare. Le loro caratteristiche consentono loro di immagazzinare l’acqua a lungo, quindi sono ottime piante da cura per le persone che spesso dimenticano di annaffiarle o rinvasare. Come prendersi cura esattamente di diversi tipi di piante grasse a casa?

Succulente — caratteristiche

Il termine per questo gruppo di piante deriva dal latino succulentus, che significa «succulento». Le piante grezze devono questo nome alla capacità di immagazzinare acqua per le riserve. Per utilizzarlo nel modo più efficiente possibile, ad esempio, nel deserto, le piante grasse hanno sviluppato un tessuto idrico responsabile di questa funzione. Esistono tre gruppi principali di queste piante:

  • piante grasse a radice — proteggono la maggior parte delle piante sotterranee dall’eccessiva evaporazione dell’umidità e degli animali. I più popolari di questi includono alcuni oxalis e gerani.
  • succulente fogliari — come l’aloe e l’agave, producono foglie spesse e carnose che possono immagazzinare acqua.
  • Spara alle piante grasse — utilizzare germogli e tronchi grossi e succulenti come serbatoi d’acqua. Di solito non hanno foglie e sono assimilati da spessi steli. Le loro foglie di solito si trasformano in spine. Esempi di succulente a germoglio sono piante di specie di cactus, numerose euforbie, trote e Compositae.

È importante notare che devono la loro straordinaria capacità di stoccaggio alla funzione fotosintetica trasmessa dalle foglie al fusto. Verruche o costole, che si trovano soprattutto sui cactus, vengono utilizzate per stabilizzare il tronco e ombreggiare gran parte della sua stessa superficie. Inoltre, per perdere meno acqua possibile, le succulente formano foglie ridotte, sferiche, cilindriche o addirittura prive di foglie.

Weiterlesen:
Prepara il tuo spazzaneve per l'inverno in pochi semplici passaggi

Regole per la cura delle piante ruvide

Per mantenere le tue piante in buona forma, ne hai bisogno. fornire molta luce. Di conseguenza, il posto migliore per coltivare piante grasse in un vaso è un davanzale con esposizione a sud-est. In ombra parziale, i loro germogli ingialliscono e le piante si allungano verso il sole. Le piante grasse amano le alte temperature, quindi si sentono bene nelle stanze riscaldate: la temperatura ottimale per la crescita durante il periodo di crescita è di 20-25 ° C, durante il periodo di dormienza dovrebbe essere inferiore, preferibilmente inferiore a 15 ° C. Anche le piante d’irrigazione variano a seconda della stagione. In estate, quando la stanza è abbastanza calda e l’umidità è bassa, vanno annaffiate una o due volte alla settimana. In inverno basta una volta al mese. Vale la pena ricordarlo l’irrigazione non dovrebbe essere molto abbondante — il substrato della pianta non deve essere sempre bagnato, anzi — è necessario lasciarlo asciugare completamente. In estate, è necessario nutrire le piante con fertilizzante per piante grasse una volta ogni due settimane. Ciò che può anche essere importante nella scelta di una specie vegetale è che le piante grasse non richiedono frequenti rinvasi. Questa procedura viene eseguita solo quando il vaso diventa troppo piccolo, di solito ogni 3-4 anni.

Le piante grasse sono il gruppo vegetale perfetto per le persone impegnate che non hanno tempo per prendersi cura di loro per lunghi periodi di tempo. A sua volta, puoi usare varie forme di fiori, anche come meravigliosa decorazione d’interni.

голоса
Рейтинг статьи
Weiterlesen:
Un'idropulitrice aiuta a mantenere pulito il giardino
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector