Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Come trapiantare i fiori da interno?

Per un corretto sviluppo le piante in vaso devono essere rinvasate per evitare futuri appassimenti e malattie dei fiori. Tuttavia, molti non lo fanno, considerandola una procedura difficile. Niente potrebbe essere più sbagliato.

È utile sapere che le piante dovrebbero essere trapiantate durante Da marzo a giugno così possono acclimatarsi al nuovo terreno. Tuttavia, questo non dovrebbe essere fatto troppo spesso: le piante giovani dovrebbero essere trapiantate una volta all’anno e quelle più vecchie una volta ogni due anni. Tuttavia, se i fiori sono grandi, in vasi capienti è sufficiente cambiare il terreno ogni 2-3 anni. Quindi la pianta otterrà ciò di cui ha bisogno. minerali e di conseguenza, crescerà bene e in salute. Un buon indicatore del fatto che una pianta debba essere rinvasata il prima possibile sono le radici sporgenti del vaso. Ciò significa che la pianta ha poco spazio per crescere.

Non è consigliabile utilizzare il terreno del giardino per riempire il vaso, poiché potrebbe contenere molti componenti nocivi che possono far ammalare i fiori. È meglio scoprire in anticipo quale terreno sarà più adatto alla tua pianta. Prima di iniziare il trapianto, dovresti anche ricordare che il vaso ha fori inferiori, in modo che l’acqua in eccesso possa defluire liberamente da esso.

Ora che conosci le basi del trapianto, puoi passare dalla teoria alla pratica. Poche ore prima del trapianto, la pianta dovrebbe annaffia abbondantemente, per facilitarne il trasferimento in una nuova pentola. Dopo aver atteso 2-3 ore, puoi estrarre con cura il fiore con le radici dal vaso. Tuttavia, prima di questo forare il terreno con un coltello vicino alle pareti del vaso.

Weiterlesen:
5 errori che commettiamo più spesso quando organizziamo un giardino

Deve avere una nuova pentola 2-3 cm più largo lungo il perimetro dal precedente in modo che il posto per il lichene sia occupato dalle radici. Sul fondo devi versare drenaggio, quelli. uno strato di ciottoli, un vaso di terracotta rotto o argilla espansa. Di conseguenza, l’acqua in eccesso scorrerà liberamente alla base e le radici avranno un migliore accesso all’ossigeno. Il drenaggio dovrebbe essere coperto con terra fresca, in cui è necessario fare rompere.

Prima di piantare una pianta in un nuovo vaso, dovrebbe essere pulita radici dai resti del vecchio substrato e prestare attenzione a loro colore Se sono puliti, allora sono sani. Se sono marroni e asciutti, tagliali a radici sane.

Una volta ripulite le radici, la pianta può essere collocata in un nuovo vaso e ricoperta con un nuovo terreno ricco di minerali. Affinché un nuovo substrato si sviluppi bene, deve esserlo bussare alla pentola un paio di volte ad esempio un tavolo. Questo deve essere fatto con molta attenzione, poiché la zolla è molto sensibile.

Infine, annaffia semplicemente la pianta e mettila dentro posto soleggiato, abituarsi alla nuova posizione. Tuttavia, devi ricordarti di non concimare una pianta appena trapiantata per almeno un mese. Contrariamente alle apparenze, il trapianto non è un processo complicato. Pertanto, non dovresti aver paura e rimandarlo.

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector