Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Cos’è una vite

La vite è una pianta rampicante con fusti legnosi. Molte persone chiamano l’uva un albero, ma questo non è vero. Piuttosto, è un cespuglio con rami flessibili che si aggrappano a un supporto. La vite ha una struttura e un ciclo di sviluppo particolari. Affinché dia i suoi frutti, ha bisogno di essere adeguatamente curato.

Cosè una vite

vite

Cos’è una vite

L’uva è una pianta della classe Dicotiledoni, dell’ordine delle Uva, della famiglia dell’Uva. Una vite si chiama germogli, e talvolta l’intero cespuglio, che porta frutti deliziosi. La specie cresce in diversi continenti. In base al luogo di provenienza si distinguono i seguenti gruppi:

  • europeo-asiatico;
  • Nordamericano;
  • Est asiatico.

Le persone coltivano la vite da migliaia di anni, ed è entrata saldamente nella cultura di molti popoli. L’immagine di rami e grappoli può essere vista su vasi greci antichi, pareti di edifici nell’antica Roma, nelle piramidi egizie. È diventato un simbolo importante nel giudaismo e nel cristianesimo.

Oggi sono state allevate centinaia di varietà da tavola e tecniche. L’uva ha un’ampia applicazione: da essa si ricavano vino, succhi, marmellate. Le bacche si mangiano fresche, essiccate, candite. I benefici dei frutti dolci ricchi di vitamine sono enormi, hanno anche proprietà medicinali. Alcune varietà sono utilizzate per la decorazione, la tessitura.

L’uva viene coltivata da semi o talee. La vite è composta dalle seguenti parti:

  • radice;
  • tronco o tronco;
  • maniche con germogli annuali;
  • organi temporanei: foglie, fiori e bacche.

Sistema di root

La radice germoglia o dai vinaccioli o dalle gemme della parte inferiore del picciolo. Dipende dal suo sviluppo quanto rigogliosa e produttiva crescerà la vite. Questo è il motivo per cui è così importante radicare bene il taglio o consentire al seme di germogliare normalmente.

Il sistema di root si trova su 3 livelli. La parte superiore svolge un ruolo minore nel trasferimento dei nutrienti ai rami. Quella centrale sono le radici laterali, anche il loro ruolo è insignificante. Le radici profonde sopportano il carico principale sull’assorbimento dei nutrienti.

Le vecchie radici spesse ricoperte di corteccia trasferiscono i nutrienti alla parte fuori terra della pianta. I giovani svolgono un ruolo di raccordo tra il vecchio e le radici. Le piccole radici hanno molti villi, con l’aiuto dei quali vengono prelevati minerali e materia organica dal terreno. Nel tardo autunno muoiono e in primavera ricrescono.

Weiterlesen:
Perché l'uva cade

La colonna vertebrale è composta da 3 parti:

  • punta con cappuccio giallo;
  • zone di crescita;
  • zone di assorbimento con molti piccoli villi.

Lo sviluppo e le dimensioni dell’apparato radicale dipendono dal tipo di terreno, dal suo contenuto di nutrienti. È auspicabile assicurarsi che la parte inferiore alla radice della vite sia la più ramificata, con 5-6 ordini.

Parte fuori terra della pianta

Cosè una vite

La parte aerea è costituita da un tronco e germogli

La parte aerea della vite comprende un tronco (tronco) e maniche con tralci annuali. In estate, su germogli annuali maturi, compaiono foglie, viticci, infiorescenze e frutti.

fusto o tronco

La vite giovane del primo anno non ha ancora il tronco lignificato. Se germoglia da un seme, sopra la superficie appare un unico stelo. Dal taglio crescono 2-3 steli, a seconda del numero di gemme lasciate in superficie durante la semina. All’inizio, la ramificazione del fusto è monopodiale, la struttura della vite è a cinque raggi e le foglie crescono a spirale. Poi la struttura cambia.

Il giovane tronco formato è costituito da nodi e internodi. Ogni nodo ha un setto o diaframma. Ha 4 lati:

  • addominale;
  • dorsale;
  • scanalato;
  • piatto.

Le fibre, midollo, corteccia e legno sono meglio sviluppate sul lato ventrale, motivo per cui è leggermente convesso. Durante il periodo di accrescimento intensivo, il lato dorsale si allunga più velocemente, la vite si piega verso il lato ventrale. Quando la crescita finisce, diventa uniforme. I lati laterali hanno un’area più ampia rispetto ai lati ventrale e dorsale. Ebbene la struttura dello stelo è visibile nella sezione.

La parte inferiore del tronco è chiamata testa, si trova al confine con la radice. Ci sono reni dormienti nella zona della testa. Normalmente non si sviluppano, ma sono in grado di dare nuovi tralci durante il congelamento o potature troppo intense della vite.

Maniche e tiri annuali

Per coltivare una vite, viene costantemente potata. Nel processo di potatura si formano maniche, rami lignificati perenni. In un normale cespuglio d’uva si formano 6-8 di questi rami. Su di essi ci sono frecce di frutta e nodi di sostituzione. Se la vite ha dato più maniche, sono completamente tagliate.

Frecce o germogli annuali si sviluppano da gemme svernanti. Sono ricoperti da una sottile corteccia verde senza segni di lignificazione. È sui germogli annuali che crescono foglie, fiori e frutti. I rami annuali spessi che non danno frutti sono chiamati «germogli grassi». Prendono il succo dalla pianta, riducono la resa. Lasciare tali rami è dannoso, vengono smaltiti durante la potatura estiva.

Weiterlesen:
Cosa fare se i topi rosicchiavano l'uva

Foglie e viticci

Le foglie hanno disposizione opposta, sono costituite da un picciolo, stipole e placche. La stipula cade rapidamente. Il picciolo è spesso, attraverso il quale i nutrienti entrano nella foglia. Il piatto fogliare è largo e liscio. Il colore della foglia è verde, è trafitto da vene di più ordini.

Nell’ascella delle foglie ci sono gemme principali e figliastro. Questi ultimi danno origine a steli sottili — figliastri. Non sono forti come i germogli annuali. Le loro foglie sono piccole e verde chiaro. I frutti a volte maturano sui figliastri, ma i grappoli sono deboli, spesso cadono. Si consiglia di rimuovere i figliastri. Vengono lasciati solo nei casi in cui si prevede un raccolto magro.

Viticci sottili crescono dagli internodi, assomigliano a rami nella struttura. Sono opposti alle foglie. Ruotano costantemente, un cerchio completo viene eseguito in un’ora. Con l’aiuto di viticci, la vite si attorciglia e si aggrappa al supporto. Questi sottili germogli si attorcigliano attorno alla rete, si attaccano, si aggrappano all’arco, alla ringhiera o ad altri fissaggi, sostengono rami spessi.

Infiorescenze e frutti

Cosè una vite

L’uva è impollinata dal vento

La vite ha un fiore di colore verde. Sembra poco appariscente, si trova su un’infiorescenza a forma di grappolo, che viene deposta e formata in gemme svernanti. In un altro modo, l’infiorescenza è chiamata «pannocchia». Una pannocchia contiene da 200 a 1500 fiori. Spesso le antenne si sviluppano alla sua base.

La corolla del fiore sembra un berretto. Scompare all’inizio della fioritura. Nelle varietà e negli ibridi moderni, i fiori sono unisessuali (maschio o femmina) e bisessuali. I maschi hanno stami ben sviluppati con un pistillo atrofizzato. Femmina — pistillo grande senza stami. Nei bisessuali, gli organi riproduttivi sono ugualmente sviluppati. L’uva è impollinata dal vento. Per una fertilizzazione di successo, la temperatura dell’aria non deve essere inferiore a 15°C e l’ottimale è 25°C-30°C.

Le bacche sono inizialmente piccole, rotonde e verdi. Quindi si allungano e cambiano colore. A seconda della varietà, sono gialli, rosa, blu o viola. Il numero di grappoli su un ramo dipende dalla stagione, dall’età della vite e dalla varietà.

Fasi di sviluppo della vite

La coltivazione di una vite richiede la comprensione delle fasi del suo sviluppo. La corretta preparazione dell’uva per la primavera o lo svernamento, la cura durante il periodo di fruttificazione dipende da questo. Ci sono 7 fasi in totale:

  • l’inizio del movimento dei succhi, o pianto;
  • fase di crescita;
  • fioritura;
  • crescita dei grappoli;
  • bacche in maturazione;
  • caduta delle foglie;
  • periodo di riposo.
Weiterlesen:
Come fare il tuo pigiatore d'uva

L’inizio del movimento del succo

Questa fase inizia in primavera, quando la temperatura del terreno nella zona delle radici sale a 8°C-10°C. Il succo della vite risalta così intensamente che gocciola come lacrime, “piange”. Questo non danneggia la pianta, ma i rami dovrebbero essere potati prima che i succhi inizino a fluire. Se il clima è secco, un eccessivo strappo provoca una diminuzione della resa.

La durata della fase è di 10-20 giorni.

fase di crescita

La vite inizia a crescere dopo la fine del pianto, quando la temperatura esterna sale a 10°C-15°C e oltre. In questo momento, una cura adeguata è di grande importanza. La dimensione dei giovani germogli al giorno aumenta di 6-10 cm Quando la lunghezza diventa 30-35 cm, i rami sono legati.

Quando un albero cresce intensamente, deve essere nutrito per accelerare la maturazione dei germogli. I fertilizzanti minerali e organici vengono applicati una o due volte.

Il periodo di crescita è un momento favorevole per il trattamento della vite da parassiti e malattie. Quando le bacche saranno formate e mature, le sostanze chimiche avranno il tempo di decomporsi e non penetreranno nel frutto.

Fioritura

Cosè una vite

Le infiorescenze deboli devono essere rimosse

La vite fiorisce per 15-20 giorni, a fine maggio o inizio giugno. La medicazione della radice viene eseguita 2-3 settimane prima del suo inizio. Quando l’uva fiorisce, controlla il numero di infiorescenze. Se sono troppi, quelli deboli vengono rimossi. Le condizioni meteorologiche possono interferire con la fertilizzazione: temperatura dell’aria troppo bassa, pioggia, grandine, siccità. In questi casi viene effettuata l’impollinazione artificiale.

Crescita e maturazione delle bacche

Durante il periodo di crescita non è necessario intraprendere azioni speciali in relazione alla vite. La cosa principale è monitorare le condizioni delle bacche in crescita, identificare malattie e parassiti nel tempo. Quando i grappoli sono pieni e maturi, i tralci vengono coniati. I più lunghi vengono accorciati del 15-20%, i figliastri vengono rimossi. Questo procedimento migliora la qualità delle bacche, le rende più grandi e più dolci. La durata della fase di crescita e maturazione delle bacche dipende dalla varietà, dalle condizioni meteorologiche.

Weiterlesen:
Caratteristiche del vitigno Aligote

Caduta delle foglie e periodo di riposo

Le foglie sui cespugli iniziano a ingiallire e cadono dopo la raccolta, da circa metà settembre a fine ottobre. In questo momento, il processo di crescita e il movimento dei succhi nella vite rallenta e alla fine si placa completamente. Quando il cespuglio perde tutto il fogliame e la temperatura si avvicina a 0 ° C, viene eseguita la potatura. La vite acerba, i tralci da frutto e i tralci da ingrasso vengono rimossi. Sono rimaste solo maniche con nodi di ricambio. Durante questo periodo vengono raccolte le piantine.

Il periodo di dormienza o svernamento inizia nel tardo autunno e dura fino all’inizio della primavera. Le scadenze variano in base alla regione.

Nelle zone temperate la vite è coperta per l’inverno. Si consiglia di scavare o coprire con un film. Questo protegge le cime dal congelamento, assicura un buon raccolto per l’anno successivo.

Come accelerare la crescita della vite

Affinché la vite possa svilupparsi correttamente, deve essere coltivata in condizioni normali. La pianta è considerata stravagante, ma prendersene cura è semplice. Per accelerare la crescita fornire:

  • Terreno normale. L’uva non tollera le saline. Quando si pianta su terreno argilloso, viene posizionato un buon drenaggio sul fondo della fossa. Il terreno di torba viene mescolato con la sabbia, il compost viene aggiunto al terreno sabbioso. Aggiungi la calce al terreno acido.
  • Umidità. All’uva non piacciono le aree con acque sotterranee elevate. Ha bisogno di annaffiare, ma è anche impossibile abusare dell’acqua. Un buon rimedio per il trabocco è piantare il cespuglio in una buca con drenaggio normale.
  • Temperatura. E’ davvero possibile predisporre la temperatura ideale solo per semi e talee durante il periodo di radicazione e germinazione. Per fare questo, una giovane pianta viene tenuta a casa o organizzano una piccola serra per essa. Per l’inverno, la vite nelle regioni fredde è coperta, altrimenti si congela. Per proteggere l’apparato radicale, la vite viene piantata in profonde trincee. Se fuori fa troppo caldo, il cespuglio rallenta la crescita, necessita di un’irrigazione più intensiva.
  • Illuminazione. Affinché l’uva cresca normalmente, gli acini maturino bene, vengono piantati in un’area illuminata, al riparo dal vento. Adatto lato sud, sud-est o sud-ovest dell’edificio, in collina.

Quando si coltivano viti dai semi, la stratificazione è obbligatoria. Vengono tenuti in sabbia bagnata a basse temperature e le talee vengono trattate con stimolanti per una rapida radicazione.

Weiterlesen:
Vitigno Antonio il Grande

GRAFICA DA CHUBOO! QUANTO FACILMENTE E SEMPLICE LE VENDITE DI VINO-UVA PER TRASFORMARE IL FRUTTO DELLA MACINAZIONE DEL VIGNETO!

LA CACCIA ACCELERÀ L’INGRANDIMENTO DI UVE E VITIGNI

Vite d’uva Maturazione.

Malattie e parassiti della vite

Le viti stordiscono la crescita e riducono i raccolti quando sono malate o infestate da parassiti. Per aiutare la pianta in tempo, guarda i sintomi delle malattie. Alcuni di quelli:

  • Gambero. Questa è una malattia batterica che si verifica dopo il taglio con strumenti mal elaborati. Si manifesta con gonfiore della corteccia, escrescenze vescicolari bianche.
  • Antracosi. Provoca malattie fungine. Piccole macchie marroni compaiono su rami, foglie e frutti, che si fondono rapidamente. La bacca si spezza o cade.
  • Peronospora o peronospora. Si verifica con elevata umidità, causata da un fungo. Sui frutti e sulle foglie appare una patina oleosa di colore verde chiaro. Molto spesso, la malattia si verifica all’inizio dell’estate, quando le bacche iniziano a tramontare.
  • Rosolia. Macchie rosse compaiono sulle foglie con un bordo giallo o verde chiaro. Nel tempo, l’intera foglia diventa rossa e cade. Le varietà di uva scura sono più comunemente colpite.
  • Oidio o oidio. Foglie e bacche vengono prima ricoperte da una sottile ragnatela, quindi si trasforma in un rivestimento bianco simile a farina o cenere. La malattia è causata da un fungo resistente a molti fungicidi, quindi è difficile da trattare.
  • Clorosi. La patologia provoca una coltivazione impropria, errori di cura. Le foglie ingialliscono e cadono, la vite cresce male.
  • Cercoporosi. Con questa patologia fungina, sulle foglie compaiono macchie gialle con un bordo rosso. Nella parte inferiore della foglia appare un rivestimento o una muffa verde.
  • Marciume nero. In primo luogo, sulle foglie compaiono macchie marroni e sigilli lungo le vene. Quindi le bacche vengono colpite: marciscono e avvizziscono, i corpi fruttiferi dei funghi diventano visibili in superficie.
  • Tra i parassiti, le vespe e gli afidi attaccano più spesso l’uva.

Per il trattamento delle malattie fungine vengono utilizzati fungicidi, miscela bordolese, solfato di rame e ferro. Combattono i parassiti con insetticidi, organizzano trappole per le vespe. Uno dei metodi di protezione più efficaci è l’allevamento di varietà resistenti a patologie e parassiti.

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector