Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Cosa minaccia gli alberi da frutto e gli arbusti esposti a condizioni meteorologiche che cambiano intensamente?

Una piccola quantità di neve, temperature instabili, venti rigidi e gelidi non favoriscono lo svernamento delle piante in giardino. Anche alberi e arbusti resistenti possono essere danneggiati da improvvisi cambiamenti climatici. Qual è l’entità potenziale del danno? Si può prevenire e come?

A causa della fine dell’anno relativamente calda (la temperatura dell’aria a novembre ha raggiunto anche +15°С, a dicembre fino a circa +5°С), il giardino si è svegliato prematuramente dal letargo. Molti tipi di alberi da frutto iniziarono a fiorire: i boccioli gonfi sono chiaramente visibili, specialmente in ciliegie, ribes, prugne e mele cotogne. Anche il giardino di casa è cambiato. Ad esempio, una cipolla all’aglio è diventata troppo grande per questo periodo dell’anno, raggiungendo un’altezza di quasi 10 cm, mentre dovrebbe essere completamente sotto uno strato di neve. 

Cosa può minacciare le piante nelle prime fasi della crescita? Cosa fare in caso di un brusco cambiamento delle condizioni meteorologiche e dell’arrivo del vero inverno?

Pericolo 1: congelamento di boccioli di fiori 

Un forte calo di temperatura può portare principalmente a un deterioramento delle condizioni della pianta a causa di danni allo strato radicale. Le conseguenze del processo di distruzione di alberi e arbusti dall’interno non sono immediatamente visibili, ma solo dopo l’inizio della stagione di crescita, ad es. nel calendario primaverile. Quindi, alberi e arbusti a fioritura intensiva iniziano a morire altrettanto rapidamente. Quando li scavi dal terreno, molto probabilmente noterai immediatamente uno strato di radici secche di un colore marrone malsano. 

Le radici delle piante, se non le copri abbastanza bene, soffriranno anche di venti gelidi prolungati. Nonostante gli apparati radicali di alberi e arbusti durante la dormienza invernale siano molto resistenti a temperature molto basse (fino a -15°C nelle piante giovani fino a 2 anni, fino a -20°C nelle piante più vecchie). ), stanno diventando sempre più suscettibili alle condizioni climatiche prevalenti. Possono congelare durante le ultime gelate primaverili — «giardinieri freddi», «zoska freddo» — quando la temperatura scende a circa -5 ° C. Si congelerà se il terreno di copertura è troppo sciolto o se il tumulo attorno ai tronchi degli alberi è troppo piccolo. 

Weiterlesen:
Verde in città

Cosa dovresti fare per proteggere le tue piante e mantenerle in buone condizioni?

Coprire strettamente i tronchi di alberi e arbusti con uno strato (spessore 10-15 cm, largo 1-1,5 m) di compost o letame compattato e non completamente frantumato. In questo modo proteggerai anche le radici dal freddo e fornirai loro una ricca fonte di micro e macro elementi necessari per un corretto sviluppo. Un’altra soluzione è coprire le radici con foglie o segatura. In pratica fa più male che bene, in quanto favorisce processi putrefattivi dannosi per le piante ornamentali.

Minaccia 2: Congelamento di tronchi e rami 

Una gelata improvvisa può portare alla morte della parte fuori terra degli alberi da frutto, principalmente del tronco e dei rami più grossi. Particolarmente pericolose sono le grandi fluttuazioni di temperatura tra la notte e il giorno, quando il danno può assumere una forma catastrofica: cancrena o rottura della corteccia, che spesso raggiunge il tronco o i rami. Se un forte calo della temperatura è un fenomeno a breve termine, la cancrena passerà da sola. D’altra parte, durante un periodo prolungato, le crepe si seccano gradualmente su tronchi e rami, il che a sua volta porta alla morte dell’intero albero o arbusto.

Cosa dovresti fare per proteggere le tue piante e mantenerle in buone condizioni?

Proteggi i tronchi di alberi e arbusti fino a due anni con uno speciale vello. Altrettanto buona protezione è fornita da uno strato di paglia e canna. Le piante più vecchie richiedono cure più intensive, cioè lo sbiancamento. Questa è una delle procedure di cura più importanti, che viene eseguita principalmente per proteggere i tronchi e la corteccia delle piante dai danni derivanti da sbalzi di temperatura. Tuttavia, porta molti più vantaggi. Decolorazione della calce: 

  • protegge gli alberi dai raggi UV intensi che, combinati con gli sbalzi di temperatura durante il giorno, provocano la rottura della corteccia,
  • distrugge i parassiti con le loro larve e le uova che nidificano nelle cavità della corteccia screpolata,
  • protegge gli alberi dall’intervento degli animali in cerca di cibo.
Weiterlesen:
Pacciamatura del prato: cos'è e quando farlo?

Per preparare adeguatamente gli alberi allo sbiancamento, pulirli con una spazzola metallica o di riso, quindi spruzzare il tronco due volte (entro 3 ore) per tutta la sua lunghezza, senza saltare la chioma. Esegui il primo spray con un fungicida che combatte muffe e funghi e il secondo spray con un preparato oleoso che uccide i parassiti. 

Inizia il corridore con il latte di lime, che puoi acquistare in un negozio di giardinaggio o crearne uno tuo dalla calce viva (ossido di calcio), comunemente usata nel settore edile, ad esempio. Per fare questo, scioglierli in una proporzione di 2 kg per 10 litri di acqua. Per non lavare troppo velocemente la calce dai tronchi durante la pioggia, aggiungere all’impasto una sostanza che ne migliori l’adesione: pittura a emulsione bianca al 10%. Applicare con un pennello sia sui tronchi che alla base dei rami più grossi degli alberi da frutto. Dipingi un po’ più in alto il lato sud delle piante, poiché necessita soprattutto di una protezione intensiva dai raggi solari; sebbene di giorno il sole stimoli il flusso di linfa nell’albero, di notte — con un notevole abbassamento della temperatura — si congelano rapidamente. Pertanto, il tronco scoppia e si rompe, che è associato a ferite in cancrena.

Un trattamento alternativo con un effetto simile all’imbiancatura con calce consiste nell’irrorare gli alberi con una soluzione di calce e acqua in ragione di 1 kg di calcio per 5 litri di acqua. La soluzione spruzzata raggiunge gli angoli più piccoli della corteccia, proteggendo così l’albero dall’interno dagli effetti avversi delle condizioni meteorologiche. Questo è un indubbio vantaggio della soluzione discussa. Tuttavia, non è privo di inconvenienti, poiché potrebbe risultare che un sottile strato di calce spruzzata non è sufficiente per neutralizzare i parassiti incorporati nella corteccia. 

Weiterlesen:
Giardino d'inverno pieno di fascino

Come prendersi cura di alberi da frutto e arbusti quando al posto di un calendario invernale c’è un’aura che ricorda l’inizio della primavera? La cosa più importante è monitorare costantemente la qualità delle copertine e, se necessario, migliorarle attentamente. Ulteriori trattamenti di cura sotto forma di sbiancamento della calce rafforzano le condizioni delle piante, aumentando le loro possibilità di sopravvivenza fino all’inizio della corretta vegetazione.

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector