Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Cura invernale per le conifere. Come prendersi cura delle piante di conifere che crescono in vaso in inverno?

Le varietà in miniatura di conifere sono ottime per i vasi, sulla terrazza o sul balcone. Come prendersi cura di queste piante uniche? Consigliamo!

Arbusti e conifere coltivati ​​in vaso possono essere facilmente collocati in qualsiasi punto della casa cambiando la loro posizione. L’effetto del tuo lavoro sarà più evidente in inverno, quando i sempreverdi sono una delle poche decorazioni naturalmente belle in questo periodo dell’anno con cui aggiungere varietà al tuo paesaggio domestico. Come prendersene cura per mantenerli in perfette condizioni fino alla primavera?

Protezione delle conifere (in vaso) dalle basse temperature

Le conifere coltivate in vaso sono molto più sensibili alle temperature di congelamento rispetto agli alberi e agli arbusti che crescono in un giardino. Sebbene siano resistenti al gelo, il loro apparato radicale può congelare leggermente. Pertanto, un piatto ben scelto è una base assoluta.

Le conifere svernano meglio in vasi di legno, che forniscono alle piante un calore naturale. I contenitori di plastica, come i contenitori di metallo, devono essere adeguatamente preparati in anticipo, ad es. isolato. È facile, avvolgili abbastanza strettamente (con materiale isolante):

  • agrotessile,
  • stuoia di paglia,
  • cappotto di iuta.

Anche i giornali sono adatti per avvolgere pentole. Tuttavia, i rifugi invernali per conifere destinati a questo scopo proteggono molto meglio le radici dal freddo e allo stesso tempo conferiscono al vaso un aspetto nuovo e più piacevole.

Cosa si dovrebbe ricordare quando si trapianta una conifera da un vaso all’altro?

Un albero o un arbusto di conifere cresciuto in vaso dopo un po’ di tempo (di solito dopo 3-4 anni) richiede il trapianto in un nuovo contenitore. Dovrebbe essere abbastanza grande in modo che le radici sviluppate della pianta si adattino liberamente al suo interno.

  • Primo: preparare il drenaggio
Weiterlesen:
Potatori elettrici o a scoppio? Questi suggerimenti ti aiuteranno a prendere la decisione giusta!

Il fondo del vaso dovrebbe essere coperto con un aggregato leggero (piccoli ciottoli o argilla espansa da costruzione), che fungerà da drenaggio. Basta versarli in vasi piccoli ad un’altezza di circa 2-3 cm e in vasi grandi — circa 10 cm.

  • Secondo: fornire un substrato adatto alle conifere.

Quando si tratta del substrato per le conifere, la questione più importante è la selezione di terreni con un adeguato grado di acidificazione; le conifere piantate in un terreno non sufficientemente acido, così come in un terreno eccessivamente acido, diventano estremamente suscettibili alle malattie.

La maggior parte delle conifere — timo, ginepro, cipresso, abete rosso — richiede un terreno leggermente acido (pH inferiore a 7,0 entro 5,5 — 6,5). Fornisce la migliore permeabilità di nutrienti, acqua e ossigeno allo strato radicale. Inoltre, contiene torba tritata, che migliora la struttura del substrato. Inoltre immagazzina acqua e — grazie ai sali degli acidi umici — sostanze nutritive. 

Fanno eccezione l’abete, il ginepro (sabina), il larice (europeo), il pino (bosniaco, pino mugo, nero), il tasso. Queste conifere prediligono decisamente i terreni alcalini (pH > 7,3). 

Il terreno del giardino è adatto per la coltivazione di conifere in vaso? 

Leggi Come controllare l’acidità del terreno? 3 consigli pratici — e dai un’occhiata!

Protezione delle conifere (in vaso) dal vento

Un vento forte e secco può danneggiare le conifere più del gelo, quindi è meglio posizionarle in un luogo tranquillo dove i forti venti non si verificano affatto o raramente. 

Se ciò non è possibile, copri le piante con stuoie di bambù, paglia o polyrattan: sono ideali per i balconi. I pannelli di recinzione, invece, sono perfetti per i patii, soprattutto perché puoi scegliere il modello più adatto al tuo stile di giardino in termini di design.

Innaffiare le conifere (in vaso) in inverno

Le piante da svernamento all’aperto poste in vaso devono essere annaffiate (mantenendo il terreno leggermente umido). Soprattutto arbusti e conifere, che perdono la maggior parte dell’umidità attraverso … aghi, o meglio attraverso tessuti sempreverdi. Un’eccezione è il larice, che le perde, comportandosi come piante decidue; «Sfregando» le foglie, evitando che si secchino.

Come innaffiare le conifere in vaso?

  • Primo: solo nella stagione calda
Weiterlesen:
Come scegliere uno spazzaneve a benzina?

Cioè, quando la temperatura dell’aria supera gli 0 gradi C. Quindi i processi vitali si attivano nelle conifere: un maggiore fabbisogno di acqua, che perdono intensamente, evaporandola dai tessuti sempreverdi degli aghi.

  • Secondo: niente affatto con l’acqua che arriva direttamente dal rubinetto.

Come mai? Perché l’acqua fredda del rubinetto ha una temperatura di circa 10 gradi Celsius; è acqua quasi bollente per le piante su una terrazza o un balcone. Per proteggerli dal colpo di calore, metti l’annaffiatoio all’esterno e attendi qualche minuto che si adatti alla temperatura ambiente. Quindi puoi innaffiare le piante senza temere di danneggiarle.

Quali tipi (e varietà) di conifere sono adatti per un vaso? 

albero canadese

Nana Gracilis

Varietà che raggiunge 1 m di altezza. Pianta (nana) a crescita lenta.

tasso comune Oro estivo

Raggiunge fino a 1 m di altezza. Richiede potatura, in quanto cresce rapidamente in larghezza. 

tasso intermedio

Wojtek

Cresce fino a 2 m di altezza. Varietà resistente al gelo. 

cipresso pisello

Philifera Nana

Filifera Nana Aurea

Philifera Nana raggiunge un’altezza di 0,2 — 0,5 m. Filifera Nana Aurea — 0,4 M. Entrambe le varietà sono resistenti al gelo.

Ginepro cinese

Alpi blu

Raggiunge un’altezza da 2 a 3 m Ha bellissimi aghi blu.

ginepro squamoso

Stella blu

Arbusto in miniatura. Raggiunge un’altezza da 0,2 a 0,5 m.

ginepro strisciante

tappeto dorato

Pianta (nana) a crescita lenta con bellissimi aghi dorati. Raggiunge un’altezza da 0,1 m a 0,2 m. 

ginepro comune

Depressione Aurea

pianta in miniatura; raggiunge un’altezza di 0,2 — 0,5 m Giovane, dà germogli gialli intensi, che cambiano colore in giallo-marrone con l’età. 

ginepro intermedio

oro vecchio

Cresce fino a 1 m di altezza. Si riferisce a piante a crescita lenta (nane).

Ginepro Savinsky

diverso

Raggiunge un’altezza fino a 15 m Pianta (nana) a crescita lenta con aghi multicolori, variegati o sfrangiati.

Montagna di pino

irregolare

Cresce fino a 0,5 — 1 m Pianta (nana) a crescita lenta con aghi verde scuro.

pino di Weymouth

radiata

Cresce fino a 1 — 2 m Pianta (nana) a crescita lenta con caratteristici aghi blu-argento.

Abete bianco

Konica

Raggiunge un’altezza di 2 — 3 m Pianta (nana) a crescita lenta. I giovani germogli hanno germogli verde chiaro che cambiano colore in dorato con l’età.

Abete blu

Glauca globulare

Raggiunge un’altezza da 2 ma 3 m Cresce lentamente (varietà nana), rilasciando germogli blu argentati.

Abete comune

Echiniforme

L’albero in miniatura raggiunge un’altezza compresa tra 0,2 ma 0,5 m. 

thuja orientale

Aurea Nana

Cresce fino a 1 m di altezza, rilasciando aghi d’oro.

tuia occidentale

smeraldo

Raggiunge un’altezza da 3 ma 5 m Pianta a crescita lenta (nana) con aghi multicolori, variegati o castani.

Arbusti o conifere in miniatura sono ottimi come piante in vaso. Puoi usarli con successo per organizzare una terrazza o … un balcone. Grazie ai pratici consigli di STIGA per la cura (invernale) di queste piante uniche, puoi mantenerle facilmente in perfette condizioni indipendentemente dalle condizioni meteorologiche prevalenti. 

Weiterlesen:
Terreno argilloso: cosa e come piantare?

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector