Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Lotta contro la fillossera sull’uva

La fillossera sull’uva, meglio conosciuta come afide dell’uva, è comune. Appena visibile, di piccole dimensioni, si nutre delle parti vegetative della pianta, danneggiando la vite e riducendo le rese.

Lotta contro la fillossera sulluva

Lotta contro la fillossera sull’uva

Caratteristiche biologiche della fillossera

La fillossera dell’uva è una malattia causata da un insetto. In lunghezza, non raggiunge più di 1 mm. La forma del corpo è ovale, il colore va dal giallo al verde chiaro. Ha una proboscide succhiante, attraverso la quale si nutre della linfa delle piante, creando una barriera al pieno apporto di nutrienti alle cellule vegetali. Il periodo fino alla completa distruzione della vite per danni alle parti vegetative del parassita va dai 3 ai 5 anni. L’insetto si riproduce attorno al perimetro. Durante la stagione dà dalle 8 alle 14 generazioni.

La fonte della diffusione della malattia è il Nord America. Fu portato in Europa nel XIX secolo. Quindi è stata notata un’epidemia di diffusione del parassita e il suo aspetto ha causato danni alla viticoltura europea.

specie

Esistono 2 tipi principali di malattia:

  • fillossera fogliare;
  • radice.

Foglio

L’habitat della varietà a foglia è il fogliame dell’uva. Il suo colore è giallo sporco. La foglia della fillossera dell’uva forma galle in cui vive, si nutre e fa crescere la prole.

La varietà a foglia dell’uva interessa principalmente le acque madri delle viti con portainnesto.

Radice

Il vitigno a radice d’uva si distingue per l’assenza di ali e macchie scure sul dorso giallo-verde. Preferisce stabilirsi nelle radici, aspirando la linfa delle piante, portando alla morte della cultura e quindi indebolendo la pianta. In inverno non muore, mantiene la sua attività vitale nell’apparato radicale o negli strati del terreno, approfondendosi fino a una distanza di 3 m dalla superficie.

Weiterlesen:
Tutto sulla coltivazione dell'uva dai semi a casa

Con l’inizio del caldo primaverile, quando la temperatura dell’aria raggiunge i 10 ° C e oltre, le larve che emergono dalle uova deposte iniziano a nutrirsi e a deporre attivamente le uova nel legno dell’uva.

Segni di apparenza

Le larve dei parassiti si spostano su piante sane attraverso l’innesto infetto acquisito e il materiale di piantagione, insieme all’attrezzatura tecnica e sulle scarpe del coltivatore. Si muovono su lunghe distanze con masse d’aria e flussi di pioggia.

I segni della presenza di un parassita sulla vite indicano:

  • formazioni sferiche dense, deformate, verrucose sotto forma di rigonfiamenti di aree colpite da afidi dell’uva sulla superficie inferiore e superiore del fogliame, risultanti dall’aspirazione da parte degli stessi del succo vegetale,
  • la formazione di punte uncinate e clava con noduli giallo-bianchi alle radici dell’uva, derivanti da danni all’integrità dei tessuti,
  • successivo oscuramento dell’apparato radicale, che inizia ad assomigliare a una struttura spugnosa,
  • essiccamento delle radici e loro sgretolamento,
  • sacche di marciume
  • arresto della vite,
  • diminuzione della resa.

È più facile rilevare un parassita nella seconda metà della stagione estiva, quando inizia un processo di riproduzione attivo negli afidi dell’uva.

Misure preventive

Lotta contro la fillossera sulluva

I rami danneggiati dovrebbero essere potati.

La lotta contro la fillossera su un cespuglio d’uva inizia con misure preventive, per le quali:

  • effettuare piantagioni profonde di piantine, principalmente in terreni sabbiosi,
  • fare ispezioni regolari delle piante per le lesioni,
  • tagliare le parti vegetative danneggiate della vite,
  • sostituire periodicamente lo strato superiore di terreno con sabbia,
  • disinfettare le piantine di nuova acquisizione attraverso l’uso di preparati insetticidi, per i quali utilizzano un metodo di trattamento a umido utilizzando un’emulsione di HCCH con una concentrazione del 24%,
  • vitigni resistenti alla fillossera vengono impiantati e innestati su portainnesti da varietà resistenti con immunità sviluppata contro gli afidi dell’uva,
  • eseguire l’allagamento dell’apparato radicale nella stagione fredda per 1,5-2 mesi, che porta alla morte degli insetti.
Weiterlesen:
La potatura dell'uva nella corsia centrale

Metodi meccanici e biologici

Contro le varietà di foglie e radici vengono utilizzati metodi di lotta meccanici, che sono i più laboriosi tra tutti i metodi, tra cui:

  • distruggere manualmente il fogliame colpito dagli afidi dell’uva, bruciando i frammenti colti con foche formate — galle,
  • distruggere gli accumuli di parassiti per mezzo di un forte getto d’acqua diretto,
  • le piante colpite vengono sradicate, seguito dal trattamento del terreno con l’aiuto di prodotti chimici e dalla messa a dimora di una coltura orticola solo dopo 5 anni.

Piantare il prezzemolo lungo il perimetro del vigneto tra le piante, il cui odore respinge il parassita, è un modo biologico per combattere gli afidi. Come tale metodo di controllo, viene utilizzato anche il preparato fungicida «Fitoverm». Si basa sull’attività biologica del batterio del fieno, la cui attività vitale porta alla morte dell’insetto e allo stesso tempo ripristina il sistema immunitario del vigneto.

L’uso di prodotti chimici

Quando la fillossera appare sull’uva, le misure di controllo sotto forma di prevenzione sono integrate dalla lavorazione in serie della vite mediante l’uso di sostanze chimiche. In caso di danno di massa, il trattamento viene effettuato tre volte:

  • quando sulla pianta compaiono le prime 1-2 foglie, solitamente questa volta cade nei primi giorni di maggio,
  • nella fase di apparizione di 10-15 fogli, che si verifica entro la fine di maggio,
  • nella fase del completo abbellimento, che si verifica negli ultimi giorni di giugno.

I preparati chimici di azione sistemica, tra cui «Mitak», «Marshal», «Aktellik», aiutano a combattere il parassita. Polveri o prodotti granulari diluiti in acqua vengono utilizzati per spruzzare la corona fogliare e annaffiare le piante.

La lavorazione del vigneto con disolfuro di carbonio volatile combatte efficacemente gli afidi dell’uva, distruggendo adulti e larve. Il tasso di utilizzo è fino a 300-400 metri cubi. vedere per 1 m di area di atterraggio.

Weiterlesen:
Uva Galbena Nou

FILLOSSERA!!!!

Fillossera (Viteus vitifoliae (Fitch.))

Fillossera fogliare!!!! / Fillossera

Rimedi popolari contro la fillossera

Insieme all’uso di sostanze chimiche, la fillossera dell’uva viene distrutta con l’aiuto di rimedi popolari:

  • le viti vengono irrorate e annaffiate con soluzioni con solfato di ferro, diluite in una proporzione di 300 g per 10 l,
  • foglie e radici della pianta vengono annaffiate con urea,
  • l’uva viene irrorata con una miscela di calcare, solfato di rame e gasolio, diluita in acqua in un rapporto di 10:1:20:10,
  • annaffiato con una soluzione di soda-salamoia, composta da 10 cucchiai. l. sale, 5 cucchiai. l. soda e 10 litri di acqua,
  • spruzzato con camomilla, decotti di tabacco (1 cucchiaio di vegetazione per 5 litri di acqua), soluzioni con marangone dal ciuffo e cenere di legno (200 g per 5 litri di acqua), infusi con corteccia di agrumi (250 g per 0,5 litri di acqua),
  • trattato con una soluzione saponosa preparata da 100 g di sapone di catrame sciolto in 10 litri di acqua.

conclusione

La fillossera radicale e fogliare è un insetto nocivo che si nutre del succo delle parti vegetative del cespuglio d’uva. Aspirando il succo della pianta, porta ad un indebolimento generale della pianta e alla morte delle parti danneggiate.

Vengono utilizzate misure preventive contro gli afidi dell’uva, vengono piantate varietà resistenti alla malattia. È consentito trattare la fillossera dell’uva con rimedi chimici e popolari. La lotta contro la fillossera non viene condotta con metodi meccanici e biologici.

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector