Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Mancanza di fioritura e frutti nell’uva

Per un giardiniere esperto, coltivare una vite non è un compito difficile. La longevità di questa pianta permette di fare i passi giusti per ottenere un raccolto generoso. Ma ci sono momenti in cui l’uva non fiorisce. Quindi dovresti identificare la causa e adattare la cura.

Mancanza di fioritura e frutti nelluva

Mancanza di fioritura e frutti nell’uva

Regole per la coltivazione dell’uva

Per ottenere il risultato desiderato, il giardiniere deve seguire diverse regole per la coltivazione della vite. È importante selezionare le piantine adatte alla regione. Acquisiscono piante sane e tecnicamente integre che hanno almeno 3 germogli di radici e un germoglio di mezzo metro. Se non ci sono macchie strane o danni meccanici sulla vite, attecchirà.

Il materiale vegetale viene aggiunto goccia a goccia quando la crescita delle gemme è sospesa: all’inizio della primavera o nel tardo autunno. Se prevedi di piantare più cespugli, sono posti a una distanza di 1,5 m l’uno dall’altro.

Durante la semina si osservano tutte le fasi, iniziando con la scelta del luogo, lo scavo e la concimazione di una buca, per finire con la costruzione di un sistema di irrigazione a goccia e l’installazione di puntelli. Durante l’intero periodo di crescita e sviluppo, osservano il regime di irrigazione, si assicurano di tagliare i rami in eccesso, trattano la vite con fungicidi dai parassiti e forniscono protezione dal gelo nella stagione fredda.

Nessuna fioritura

Se vengono seguite tutte le raccomandazioni per la cura dell’uva, prestare attenzione a quanti cespugli ignorano il periodo di fioritura. Quindi, guarda le possibili cause della malattia:

  • L’acqua in eccesso nello strato di terreno porta alla formazione di piselli specifici sulle ovaie durante la fioritura, alla formazione di grappoli assottigliati, alla caduta dei fiori e all’ovaio già formato. L’umidità non lascia sufficiente aria negli strati superiori del terreno, il che porta alla graduale clorazione delle foglie, che cessano di produrre le sostanze necessarie alla crescita della vite, e quindi alla morte delle radici.
  • L’elevata umidità influisce negativamente anche sulla qualità e quantità delle ovaie. Le forti piogge frequenti durante il periodo di fioritura delle uve diventano un ostacolo all’impollinazione, soprattutto per le varietà funzionalmente femminili.
  • Sotto l’influenza del freddo invernale o delle gelate primaverili, i primi germogli fruttuosi muoiono. L’uva ha gemme sostitutive che fioriscono se le gemme centrali muoiono. Ma questi secondi germogli fioriscono molto più deboli o producono solo foglie, il che porta anche a una mancanza o a una significativa riduzione della resa.
  • Una potatura errata può portare alla mancanza di fiori sui cespugli. L’uva produce germogli fruttiferi speciali solo su viti annuali, differiscono dal resto per colore. Se tagli questi germogli troppo corti o li elimini del tutto, la pianta rilascerà foglie solo dai germogli secondari ancora dormienti, quindi dovresti limitarti a ridurre i germogli a 8-10 germogli.

L’errore più comune commesso dai giardinieri è quello di sovralimentare il cespuglio. Si ritiene che non si debba usare troppo fertilizzante minerale durante l’alimentazione, ma anche una grande quantità di materia organica posta più vicino alle radici non intacca i cespugli nel migliore dei modi.

L’uva comincia a ingrassare: tutti gli elementi utili vengono utilizzati per aumentare la massa fogliare e ispessire i rami, e questo porta al congelamento della pianta in inverno, mentre non dà frutto. Per garantire un’alimentazione sufficiente della vite e indurla a fiorire, la materia organica viene miscelata con fertilizzanti minerali. Un tale cocktail di humus e superfosfato si applica meglio allo scavo all’inizio della primavera e all’inizio dell’estate, alla fine dell’estate e all’inizio dell’autunno è meglio concentrarsi sui fertilizzanti di potassio, che aumenteranno il gusto delle bacche e prepareranno l’uva per lo svernamento .

Weiterlesen:
Cura dell'uva durante la fioritura

Fruttificazione debole

Mancanza di fioritura e frutti nelluva

La mancanza di fioritura può portare a cure improprie.

Se la fioritura dell’uva era rigogliosa, ma la quantità del raccolto non corrispondeva al numero di germogli, vengono analizzate altre sfumature. Possibili ragioni sono la cura impropria delle uve o le caratteristiche del vitigno.

Come risultato delle basse rese, si distingue separatamente la bassa produttività dei germogli. In questo caso, è meglio sostituire la varietà con un’altra. Per fare ciò, utilizzano il reinnesto di uve più prolifiche su un ceppo finito o posizionano una piantina in un luogo in cui una vite inadatta è stata completamente sradicata 2-5 anni fa.

L’alternanza di nuovi cespugli con quelli vecchi porta all’inibizione della loro crescita da parte di questi ultimi. Solo le varietà compatibili tra loro dovrebbero essere re-innescate in modo che ci siano più grappoli.

Una quantità insufficiente di luce e calore nel luogo in cui cresce la vite porta anche alla comparsa di un raro ovaio. Il terreno dovrebbe riscaldarsi fino a 28-32 ° C di calore. Per garantire tali condizioni, i cespugli sono posizionati sulle formazioni superficiali, gli schermi riflettenti diretti alle piante sono posizionati sul lato nord, sono completamente o parzialmente ricoperti con un involucro di plastica. I fertilizzanti azotati per una tale vite sono ridotti.

Una grande quantità di umidità nel terreno porta alla debolezza delle infiorescenze nelle gemme e alla scarsa maturazione delle bacche in futuro, alla loro scarsa qualità: contenuto d’acqua, basso contenuto di zucchero, maturazione tardiva. Un’eccessiva aerazione distrugge l’intera vite.

La fioritura con infertilità successiva può anche essere causata da tali caratteristiche delle varietà:

  • Un cespuglio non fruttifero ha una fioritura di tipo femminile, la cui impollinazione è impossibile senza una varietà di impollinatori. Per testare questa versione, il polline di un cespuglio fruttifero viene trasferito manualmente in uno non fruttifero. I grappoli appassiti e maturati confermeranno che la vite può essere lasciata piantando un impollinatore nelle vicinanze.
  • Una pianta che non produce un raccolto ha un tipo di impollinazione maschile. In questo caso, l’impollinazione artificiale non darà i risultati attesi, tuttavia, un tale cespuglio ha la possibilità di diventare un buon ceppo per il reinnesto.
  • A volte una vite femmina in fiore è adiacente a una vite impollinatrice, ma le rese rimangono basse. In questo caso osservano il tempo di fioritura: spesso nelle piante questi periodi non coincidono.
Weiterlesen:
Pressa per uva fai da te

Se il giardiniere non è in grado di ricordare quale varietà d’uva non produce un raccolto, è necessario piantare un impollinatore universale, che è qualsiasi tipo di uva sultanina.

Perché un cespuglio d’uva cresce ma non c’è raccolto?

Perché l’uva fiorisce. e le bacche non sono legate

Germogli inattivi sull’uva. Perché il rene non depone l’infiorescenza. Uva 2017.

conclusione

L’alto rendimento è il criterio principale nella scelta della vite da parte dei giardinieri. Per garantire bacche di buona qualità e un gran numero di grappoli, è importante seguire le regole per piantare cespugli e prendersene cura. La loro violazione o ignoranza delle peculiarità del posizionamento delle piantine nel giardino comporterà l’assenza di fioritura dell’uva e una diminuzione del numero di ovaie. Dopo l’introduzione di alcune modifiche, la pianta porta ottimi frutti.

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector