Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Perché l’erba diventa gialla e secca nonostante l’irrigazione?

Scopri cosa o chi sta facendo ingiallire il tuo prato e impara come riportarlo alla sua naturale bellezza.

Da dove vengono macchie gialle sul prato? Forse questo è il risultato di cure improprie. L’aspetto sgradevole di un prato domestico è influenzato anche da agenti patogeni (batteri, funghi) che causano malattie dell’erba e parassiti che si nutrono nello strato radicale.

Perché l’erba diventa gialla e secca? Scopri gli errori di toelettatura

1. Concimazione impropria del prato

 Il prato dovrebbe essere concimato due volte l’anno:

  • primavera (a cavallo tra marzo e aprile),
  • estate (a giugno e poi ad agosto; entro e non oltre la prima metà).

Va sempre preceduta dallo sfalcio ed effettuata in una giornata nuvolosa quando l’erba non è riscaldata dal sole. Preferibilmente contro la pioggia.

Se il tuo prato diventa più secco ogni settimana a causa della concimazione e nonostante la manutenzione regolare (intera o locale), probabilmente hai commesso uno dei tre errori seguenti:

  • hai applicato fertilizzante insufficiente

Di conseguenza, il prato è malnutrito, poiché lo strato radicale riceve troppo poco dei principali minerali responsabili della crescita e dello sviluppo delle erbe: azoto, fosforo, potassio, magnesio e calcio.

  • азот

Stimola la crescita e il corretto sviluppo degli steli. Riduce al minimo il rischio di erbacce. Inoltre, aumenta la resistenza dei cereali sia alle malattie che ai danni; calpestio ed esposizione a condizioni meteorologiche avverse (come siccità o forti piogge).

  • fosforo

Il fosforo è particolarmente utile per lo sviluppo del sistema radicale. Migliora la circolazione dell’aria negli strati più profondi del substrato e il flusso di acqua e minerali alle radici dell’erba. Inoltre, immunizza il prato contro batteri e funghi patogeni.

  • potassio

Aumenta la resistenza del prato alle condizioni atmosferiche avverse. In primavera, estate e autunno, il potassio protegge il prato dal gelo, dal calpestio, dalla siccità e dalle piogge abbondanti prolungate. In inverno, questo riduce al minimo i danni causati da gelo o forti nevicate.

  • magnesio

Si trova nella clorofilla, un pigmento vegetale naturale. Grazie a lui, l’erba diventa verde su tutto il prato; è privo di una sgradevole sfumatura giallastra.

  • calcio

Migliora le condizioni del suolo, ad es. riduce l’acidità del supporto. Aumenta la sua permeabilità all’acqua, in modo che l’acqua, l’ossigeno e i nutrienti necessari all’erba per una corretta crescita e accestimento, entrino liberamente nella zona delle radici.

  •  hai applicato troppo fertilizzante,
  • hai sparso il fertilizzante in modo non uniforme sul prato.

I nutrienti in eccesso vengono bruciati sugli steli. Come dimostrano le macchie di erba secca gialla che compaiono sul prato (su tutta la superficie o localmente in caso di concimazione irregolare).

Che troppo non è salutare! Fertilizzare troppo spesso o applicare troppo fertilizzante invece di abbellire il prato può bruciare l’erba.

Fonte: Adobe Stock.

Weiterlesen:
Scudo o lenza: cosa scegliere?

In entrambi i casi la soluzione migliore è l’irrigazione frequente (ogni 2-3 giorni) e molto abbondante del prato — circa 10 litri per 1 m² — nei luoghi dove compaiono antiestetiche macchie. Una grande quantità di acqua dissolverà rapidamente il fertilizzante, aiutandolo a penetrare negli strati più profondi del terreno. Di conseguenza, il prato riacquisterà presto le sue buone condizioni e l’aspetto impeccabile.

Innaffia il prato per tutto il giorno. Preferibilmente al mattino o al mattino. Quando il sole è al suo apice, non innaffiare l’erba o le piante che crescono nel giardino. Le gocce d’acqua si comportano come lenti: concentrano i raggi l’uno sull’altro, quindi le lame delicate e già abbastanza danneggiate possono inoltre bruciarsi.

Tuttavia, l’irrigazione intensiva la sera non è consigliata. L’umidità prolungata rende gli steli più suscettibili alle malattie fungine.

2. Taglio troppo basso

Il prato tagliato troppo basso può diventare una vittima macchia gialla — una malattia i cui sintomi sono macchie irregolari di paglia di erba morta.

Quindi, a quale altezza dovresti falciare il tuo prato per mantenerlo in buone condizioni?

Come regola generale, il prato dovrebbe essere tagliato a 1/3 dell’altezza delle lame. Tuttavia, i risultati più soddisfacenti si ottengono regolando l’altezza di taglio in base al tipo di erba. Tagliare l’erba in giardino su ordinazione è un compito che affrontano perfettamente. Falciatrici STIGA con regolazione centrale dell’altezza di taglio.

  • graminacee a clima fresco (pannocchie di prato, loietto perenne): entro 6 mm — 10 mm,
  • cereali a clima caldo (festuca delle pecore, ginestra comune): entro 20 mm — 50 mm.

Il taglio dell’erba tagliata troppo in basso (meno di 1/3 dell’altezza delle lame) può diventare vittima di agenti patogeni che causano la «macchia gialla». Malattie che fanno sembrare la superficie del prato bruciata.

Fonte: Adobe Stock

Durante i periodi di siccità, falciare il prato all’altezza massima consigliata. L’erba alta ombreggia il terreno, riducendo così l’evaporazione dell’acqua e inibendo la crescita delle erbacce.

Perché l’erba diventa gialla e secca? Malattie fungine dei cereali                          

per macchia gialla, favorito da estati calde e calde e da scarsi fertilizzanti azotati, un prato naturalmente bello durante la stagione vegetativa è minacciato da:

 a) antracnosi vegetale

Weiterlesen:
Svernamento delle piante in vaso

Indicano macchie giallo-arancio in cui l’erba può essere facilmente sollevata da terra antracnosi a base di erbe. La malattia si verifica più spesso su prati intensivi (calpestati). Inoltre è favorito da una carenza di fosforo e potassio, oltre che da una grande quantità di fogliame steso sul prato.

Al fine di ridurre le conseguenze della malattia, è necessario sottoporsi a una serie di procedure di supporto:

All’inizio della scarificazione, grazie alla quale rimuoverai lo spesso strato di feltro che ricopre il prato. Quindi viene eseguita l’aerazione, allentando il terreno, migliorando la circolazione dell’aria e il flusso d’acqua allo strato radicale. Dopo l’aerazione, è il momento di concimare il prato con potassio, fosforo o un fertilizzante complesso in cui sono presenti entrambi gli elementi. L’ultimo trattamento è l’irrigazione. Innaffia il prato regolarmente, circa due volte a settimana durante la stagione di crescita.

 b) rizoctoniosi dei cereali

Le macchie circolari di colore da marrone a paglierino sul prato durante le estati calde e umide sono un sintomo rizoctoniosi a base di erbe

Il feltro depositato sul prato contribuisce allo sviluppo della malattia. Per evitare che la malattia si sviluppi e si ripresenti, non dimenticare di scarificare regolarmente. 

c) cancrena della base del fusto

Indicano gli anelli con un centro verde e bordi d’erba ingialliti cancrena della radice della scapola.

Questa malattia è come macchia gialla ciò provoca, tra l’altro, una falciatura troppo bassa. Si trova principalmente su terreni leggeri (sabbiosi) e leggermente acidi. Ovvero: neutro (pH=6,6 — 7,2) e alcalino (pH>7).

Come un modo per combattere cancrena della base della scapola acidificazione del substrato, controlla il pH del terreno nel tuo giardino. Esistono due modi per controllare l’acidità del terreno: misuratore di acidità elettronico o «di campo».

Come controllare il pH del suolo? Directory STIG

Weiterlesen:
Abbattere gli alberi in giardino: come farlo legalmente?

Se il pH è superiore a 7.0, applicare un fertilizzante acidificante come il solfato di ammonio. Non solo acidifica il terreno, ma mantiene anche un pH acido per tutta la stagione di crescita. Questo è molto importante perché il terreno del giardino torna al suo livello di pH originale nel tempo.

Come dosare il solfato di ammonio? La dose consigliata di fertilizzante è di 30 g per 1 m², va applicata in due dosi. Il primo in primavera, appena prima dell’inizio della stagione di crescita, il secondo — nella prima decade di giugno.

Perché l’erba diventa gialla e secca? parassiti

Dove l’erba muore, assume una tinta gialla malsana, forse wireworm, nematodi o larve — le larve di coleottero vivono lì. All’inizio si nutrono nello strato di humus del terreno, quindi danneggiano gravemente le radici dei cereali.

Per assicurarti che i parassiti siano davvero responsabili delle cattive condizioni del prato, scava un piccolo pezzo di erba (10 — 20 cm di profondità). Le larve vivono qui, quindi se le hai nel tuo giardino, le noterai immediatamente.

Se vuoi proteggerti dalla vista delle larve, puoi anche strappare un frammento del prato. Se l’erba si stacca da terra senza resistenza e noti radici danneggiate (mal sviluppate, scarsamente rosicchiate), puoi essere sicuro che ciò è causato da parassiti.

Basta tagliare un piccolo pezzo di erba per vedere se i parassiti — larve, nematodi, wireworm che si nutrono di radici di erba — sono davvero responsabili delle cattive condizioni del tappeto erboso.

Fonte: Adobe Stock.

I parassiti del prato possono essere controllati con prodotti fitosanitari. Preferibilmente naturale, sicuro per persone e famiglie a quattro zampe. Ceppi selezionati di batteri presenti nel terreno creano condizioni favorevoli per l’eliminazione di larve, nematodi del suolo e wireworm.

Questi tipi di farmaci funzionano in due direzioni:

  • ridurre il numero di parassiti
  • supportare la rigenerazione del sistema radicale.

Prima di applicare il pesticida al prato, scarificare e aerare il prato. Tuttavia, subito dopo aver applicato il farmaco, annaffia abbondantemente l’erba su tutta la superficie del giardino. Pertanto, la sostanza entrerà rapidamente negli strati più profondi del terreno, fino alle radici delle erbe, dove è più necessaria.

Se una singola applicazione del pesticida non porta risultati soddisfacenti, puoi applicarla di nuovo — fino a 3 volte durante la stagione di crescita. Tuttavia, non dimenticare di rispettare gli intervalli obbligatori tra le applicazioni: almeno 14 — 21 giorni.

In estate il prato subisce un antiestetico scolorimento giallo. Quindi è molto importante determinare con precisione la causa del danno al tappeto erboso: un errore nella cura, la comparsa di parassiti che si nutrono delle radici dell’erba o delle malattie. A questo punto, non dovresti avere problemi con questo!

Weiterlesen:
Frantoio per rami. Efficace aiuto per il giardinaggio

Proprio come mettere in ordine il tuo prato. Con attrezzatura RISE – falciatrici con altezza di taglio regolabile, scarificatore, spandiconcime — eseguirai efficacemente importanti procedure di cura, grazie alle quali l’erba intorno alla casa diventerà verde in modo uniforme e il paesaggio nel cortile acquisirà ancora una volta il suo ornamento più bello.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Assicurati di leggere quanto segue — pieno di conoscenze pratiche sulla cura del prato estivo!

  1. Come rigenerare un prato asciutto?
  2. Scarificazione e aerazione. Efficace ripristino del prato danneggiato.
  3. Pacciamatura del prato. Perché e come concimare il prato con… andana?

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector