Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Stagno in autunno e inverno

In connessione con l’inizio dell’autunno e l’avvicinarsi dell’inverno, vale la pena prestare attenzione agli stagni e ad altri serbatoi simili nei giardini. Questi siti richiedono anche lavori di pulizia e un adeguato svernamento.

L’autunno in giardino è, prima di tutto, la caduta delle foglie dagli alberi, che, spazzate via dal vento, cadono anche nei corpi idrici. Lo stesso vale per altri contaminanti, come semi o germogli, che dovrebbero essere rimossi. catturato regolarmente dalla superficie dell’acqua. Altrimenti, affonderanno sul fondo dello stagno e marciranno, inquinando l’acqua e consumando molto ossigeno, favorendo così la crescita dei batteri.

Nel caso in cui i sedimenti si siano già accumulati sul fondo del serbatoio, è necessario Purificazione. Per fare ciò, 2/3 dell’acqua devono essere pompati fuori dallo stagno, dopo che i pesci sono stati trasferiti in un acquario sostitutivo (è possibile trovare un esempio di pompa per lo scarico dell’acqua dai serbatoi d’acqua qui), quindi rimuovere il limo con un apposito aspirapolvere. Se lo stagno è abbastanza profondo (almeno 1 m) perché i pesci vi svernano, devi ricordarloper non rimuovere tutto il limo: questo è il luogo del loro svernamento. Infine, aggiungi al serbatoio tanta acqua quanta ne hai prelevata.

Se il tuo corpo d’acqua taglia piccola (volume inferiore a 2 m³ o profondità inferiore a 1 m) è probabile che l’acqua in inverno congeli sul fondo, danneggiando il materiale di cui è composta. Pertanto, si consiglia di scaricare completamente l’acqua. Un serbatoio dell’acqua vuoto e pulito può essere riempito con foglie secche o coperto con pellicola trasparente o altro materiale impermeabile. È meglio farlo insieme con l’inizio del geloal più tardi a fine novembre.

Weiterlesen:
Sfatare i miti: il tosaerba a benzina. Come acquistare con saggezza?

Prima dell’inizio dell’inverno, dovresti anche pensare di rimanere in acqua. pesce. Nel caso di un corpo idrico poco profondo o di allevamento di specie ittiche che non tollerano le basse temperature, è necessario catturarle e conservarle durante le gelate. in acquario, preferibilmente in un locale con temperatura di 5-8°C — quindi il pesce manterrà lo stato di «intorpidimento» caratteristico del periodo invernale.

In rispettivamente stagni di acque profonde specie di pesci come, ad esempio, carassio, orca assassina, spinarello o carpa possono svernare. Quando la temperatura scende a circa 10 ° C, i pesci entrano in uno stato di letargia, quindi non devono essere nutriti, poiché il cibo non consumato inizierà a marcire. È importante che i corpi idrici non siano completamente congelati a causa dell’inizio del gelo, poiché i pesci privi di ossigeno non sopravviveranno alla primavera. Molto spesso, i proprietari di stagni forgiano nel ghiaccio foro d’aria. Tuttavia, questa non è l’idea migliore, poiché il rumore e le vibrazioni che provengono dal colpire il ghiaccio possono stordire o addirittura uccidere il pesce. Un altro modo per fornire ossigeno ai pesci è attraverso le compresse, che producono ossigeno attraverso una reazione chimica. I galleggianti in schiuma con isolamento sembrano essere una buona soluzione. Molte persone creano anche i cosiddetti airbag — attraverso un piccolo foro praticato nel ghiaccio, pompare acqua sufficiente a creare uno spazio di 3-4 cm sotto la superficie del ghiaccio.

Vale anche la pena ricordarlo smantellamento dei dispositivi idrici – fontane, cannoni ad acqua, pompe, filtri, ecc. I bacini così preparati, insieme ai pesci che li abitano, sopravviveranno alla prossima stagione senza problemi e senza danni, per accontentare nuovamente i proprietari del giardino in primavera.

голоса
Рейтинг статьи
Weiterlesen:
Fertilizzante: arricchendo il terreno con sostanze nutritive
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector