Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Trapianto di conifere — dal vaso al giardino. Quale terra scegliere?

Le conifere sono un’ottima idea per un giardino verde, tutto l’anno! Di che tipo di terreno hanno bisogno per una crescita sana?

Una cosa che devi tenere a mente quando trapianti una conifera nel tuo giardino è la corretta preparazione del substrato. Il terreno opportunamente selezionato offre alla pianta un «inizio migliore»: facilita l’attecchimento in un luogo permanente, aumenta la sua resistenza naturale agli agenti atmosferici e ai danni e allo stesso tempo ha un effetto positivo sullo sviluppo dell’apparato radicale . sfera.

È possibile che il substrato che hai nel tuo giardino non richieda un trattamento speciale. Tuttavia, è probabile che l’opzione migliore sarebbe quella di organizzare un sito speciale dedicato alle conifere.

Vuoi prolungare la vita del tuo albero di Natale? Spostali in giardino! Puoi trovare una guida passo passo qui:

COME POSIZIONARE UN NATALE IN GIARDINO?

Cosa cercare quando si sceglie il terreno per le conifere?

La composizione del substrato e il suo pH (pH) sono due fattori chiave che in pratica si traducono nello stato di una conifera trapiantata da vaso nel terreno. 

1. Substrato di conifere: la composizione ottimale

Le piante di conifere hanno bisogno di terreno abbondante, altrimenti non cresceranno bene. La soluzione migliore è utilizzare un substrato universale per conifere (o studiato per una specie specifica), ricco di torba, sabbia, corteccia, dolomite e perlite.

L’ingrediente più importante è la torba (una miscela di torba bassa e torba alta), che facilita l’assorbimento di acqua e sostanze nutritive e consente all’apparato radicale di crescere intensamente. 

Altrettanto importante è il contenuto di perlite, roccia silicea il cui ruolo è quello di mantenere il rapporto ottimale tra acqua e ossigeno negli strati più profondi del substrato; da un lato, immagazzina l’acqua e, dall’altro, consente all’acqua in eccesso di defluire. La perlite, nonostante sia completamente satura di acqua, contiene ancora una grande percentuale di aria, che a sua volta protegge le radici delle conifere dalla decomposizione.

2. Substrato di conifere — pH ottimale

Weiterlesen:
Viaggio attraverso i giardini botanici più belli della Polonia

La maggior parte delle conifere preferisce terreni leggermente acidi (pH 5,6 — 6,5) o acidi (pH 4,6 — 5,5). Fanno eccezione alla regola:

  • abete rosso,
  • tasso comune,
  • specie selezionate di ginepro (sabina),
  • specie selezionate di pino (bosniaco, pino mugo, nero),
  • specie selezionate di larice (europeo). Vale la pena ricordare che il larice, insieme alla metasquoia cinese e al cipresso di palude, è una delle 3 conifere che perdono gli aghi per l’inverno.

Le specie di conifere elencate richiedono un substrato alcalino (pH 7,0-8,5). 

Se il pH del terreno nel tuo giardino è più basso, dovrai aumentarlo abbassando l’acidità del terreno. Usa un fertilizzante a base di calcio per questo scopo, come gesso post-soda, polvere di calce o calcare macinato. 

Verifica se il substrato del tuo giardino soddisfa i requisiti delle conifere! Assicurati di leggere: 

COME VERIFICARE L’ACIDITÀ DEL SUOLO? 3 CONSIGLI PRATICI DA STIGA

Se il pH del terreno è più alto, sarà necessario abbassarlo, acidificando il terreno. I fertilizzanti acidificanti più diffusi sono: solfato di ammonio, solfato di potassio e solfato di magnesio, zolfo in polvere e granulato..

Terreno per conifere: acquista già pronto o fai da te?

Il terreno per le conifere può essere acquistato presso il garden center o … cucinalo tu stesso! 

Il modo più semplice è mescolare la torba con il substrato (terreno del giardino) in un rapporto 1:1. Una miscela leggermente più complessa, ma anche più utile per le conifere è la torba, il terreno del giardino e un additivo: fertilizzante gesso o magnesio-calcio. Il magnesio come componente principale della clorofilla influisce sulla regolazione della fotosintesi e sui cambiamenti energetici nella pianta. Stimola lo sviluppo dell’apparato radicale e influisce sulla resistenza delle piante durante e dopo la stagione vegetativa. Inoltre, migliora l’assimilazione di altri elementi altrettanto necessari per le conifere appena piantate in giardino. Principalmente azoto, potassio e fosforo.

Quale tecnica potrebbe essere necessaria per la semina all’inizio della primavera?

Quando vuoi piantare un nuovo albero da giardino all’inizio della primavera, ci sono molte sfide che puoi affrontare. I migliori consigli su specie e condizioni del suolo sono inutili se non riesci a gestire il terreno compatto dopo l’inverno! Vale la pena pensarci quando pianifichi il tuo lavoro e scegli strumenti e macchine che ti aiutino con un problema immediato in modo semplice e divertente.

Coltivatori è la risposta alla tua angoscia: la loro facilità d’uso, il motore potente e l’eccellente manovrabilità ti faranno dimenticare il terreno indurito in un batter d’occhio, più vicino all’obiettivo delle tue azioni.

Inoltre, un tale dispositivo è utile anche nella preparazione di orti e si dimostrerà ottimamente su terreni difficili! È un’attrezzatura indispensabile quando si tratta di rompere in modo efficiente le zolle di terra e mescolare il terreno per la semina.

La prima cosa di cui prendersi cura quando si pianifica di trapiantare una conifera nel proprio giardino è… il substrato. Preparali — segui i consigli pratici RISE! Insieme creeremo le condizioni migliori per una sana crescita delle vostre piante, di cui potrete godere ogni giorno fin dai primi giorni di primavera!

Weiterlesen:
Come preparare uno stagno per l'inverno?

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector