Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Ultima falciatura del prato prima dell’inverno

Il buono stato del prato in inverno e in primavera è il risultato (tra l’altro) dello sfalcio dell’erba. Quando e come farli — l’ultima volta?

L’ultimo taglio della stagione è uno dei metodi efficaci, oltre alla concimazione, alla scarificazione e all’aerazione. protezione del prato dall’inverno

Fatto nei tempi e alla giusta altezza, ha un effetto positivo sulle condizioni del prato. Innanzitutto aumenta la resistenza del prato alle malattie e ai danni che possono verificarsi a causa delle avverse condizioni atmosferiche. 

Di conseguenza, il prato può resistere a temperature basse (anche negative) prolungate, precipitazioni di ghiaccio o nevicate. Tuttavia, in primavera, ripristina rapidamente il suo aspetto naturale e bello.

Quand’è l’ultima volta che falciamo il prato?

Prima del primo gelo, dopo la fine della stagione di crescita, quando il prato ricresce. Tuttavia, la data esatta dipende dalle condizioni meteorologiche: temperatura e umidità. 

Nel caso di un autunno soleggiato — quando la temperatura durante il giorno raggiunge (o addirittura supera) i 10 gradi centigradi, e piove spesso, in abbondanza — l’erba continua a crescere intensamente. In condizioni climatiche così favorevoli, l’ultima falciatura può avvenire anche a novembre.

A quale altezza devi falciare l’erba — prima dell’inverno?

Da 4 a 5 centimetri è la fascia di altezza ideale per l’ultimo taglio dell’anno. Attenersi ad esso, perché la tecnica del tosaerba determina sia la forza del prato per resistere a condizioni difficili, sia la velocità con cui si riprenderà nelle prime settimane di primavera. 

Se accorci gli steli al di sotto di 4 cm, le loro radici si congeleranno. Questo è particolarmente pericoloso negli inverni senza neve e freddi. Se l’erba viene lasciata sopra i 5 cm, il prato inizierà a marcire, facendolo crescere lentamente in primavera e richiedendo necessariamente una serie di trattamenti intensivi di ripristino. 

Inoltre, diventerà suscettibile agli agenti patogeni, in particolare ai funghi che causano la cosiddetta muffa della neve. La distruzione del tappeto erboso accelererà le nevicate e la pioggia gelata (la neve spessa con ghiaccio in cima blocca l’apporto di ossigeno agli strati più profondi del substrato).

Puoi tagliare l’erba per l’ultimo periodo dell’anno e secondo la pratica orticola. Falciatrici STIGA dotato di una pratica regolazione centrale dell’altezza di taglio. La portata esatta dipende dal modello di tosaerba specifico. 

Tosaerba a benzina (serie Collector, Combi, TwinClip, MultiClip, Silex e Dino 47 B) lavorano in 5 o 7 posizioni, con diverse gamme di altezza (da 20 mm a 90 mm). 

Falciatrici elettrico (Collettore, serie Combi) operano in 3, 5 o 6 posizioni, a diverse altezze da 25 mm a 80 mm. 

I tosaerba a batteria (serie Combi, SLM e Model 1) tagliano l’erba in 5 o 6 posizioni. Queste macchine hanno una gamma di altezze di taglio da 22 mm a 80 mm, a seconda del modello.

Cosa fare con l’ultima erba tagliata quest’anno?

Puoi visualizzarlo come:

  1. componente del compost,
  2. pacciame, che proteggerà dal freddo il substrato attorno alle piante ornamentali.
Weiterlesen:
Non hai tempo per falciare il tuo prato? Autoclip lo farà per te!

In entrambi i casi, dovresti prima asciugare l’erba tagliata al sole o in un luogo asciutto. Altrimenti, marcirà e può solo essere gettato via.

Se vuoi aggiungere erba alla compostiera, rivestila con materiale allentante come corteccia sminuzzata, piccoli ramoscelli lasciati da cespugli di potatura, segatura o piante perenni. Se hai intenzione di usare l’erba tagliata come pacciame, stendila intorno alle piante in un cumulo di circa 10 cm di spessore.

Cosa non si può fare con l’ultima erba falciata della stagione?

Non lasciarlo sulla superficie del prato, potresti danneggiarlo gravemente. 

In caso di brusco cambiamento del tempo (abbassamento termico, precipitazioni frequenti e intense, nevicate o nevischio), l’erba falciata sul prato inizierà a marcire. 

In breve tempo si trasformerà in feltro, che non solo impedirà la circolazione dell’aria nello strato radicale, ma lo priverà anche completamente dell’accesso all’acqua e ai nutrienti (se hai utilizzato fertilizzanti autunnali per il tuo prato). 

Se ti preoccupi delle buone condizioni del tuo prato durante l’inverno, non dimenticare l’ultimo taglio dell’anno. Il trattamento porterà i migliori risultati se lo esegui con Falciatrici STIGAcome si legge nell’art. 

Insieme ci prenderemo cura dell’aspetto impeccabile del tuo prato! Lo proteggeremo efficacemente da gelo, pioggia e neve e allo stesso tempo lo prepareremo per una crescita intensiva nella nuova stagione.

PS Non solo il prato ha bisogno di essere adeguatamente preparato per l’inverno, ma anche il tosaerba! Una volta terminato l’ultimo taglio, prenditi cura della tua STIGA in modo che sia pronta per la primavera e la nuova stagione del giardinaggio in buone condizioni. Assicurati di leggere:

Come proteggere il tosaerba dall’inverno?

голоса
Рейтинг статьи
Weiterlesen:
Affilacatena: quale scegliere?
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector