Motopuglia.com

Macchinari Agricoli
Рейтинг статьи
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд

Uva e gelate primaverili

Sulla strada per una coltivazione di successo dell’uva, le cattive condizioni climatiche possono diventare un ostacolo. Uva e gelate primaverili sono incompatibili. Pertanto, i giardinieri devono spesso cercare modi efficaci per proteggere e ripristinare le piante dagli effetti dannosi delle basse temperature.

Uva e gelate primaverili

Uva e gelate primaverili

Pericolo di gelo per l’uva

La primavera non è solo il momento del risveglio delle piante, ma anche un periodo pericoloso per gli sbalzi di temperatura. Quindi, l’uva, indipendentemente dalla resistenza al gelo varietale, ama il caldo e soffre il freddo. Pertanto, molti giardinieri preferiscono giocare sul sicuro e coprire le loro piantagioni per l’inverno, scavandole solo durante il periodo di una temperatura stabilizzata di 8-12 ° C.

Durante il periodo di rinascita della vite, un indicatore di temperatura anche di -0 gradi può portare al congelamento degli occhi. E questo influisce sia sulla crescita della pianta, sia sul tempo di fioritura e sulla quantità del raccolto. Se la vite viene battuta dal gelo, i canali del succo vengono congelati e la pianta non riceve più la giusta quantità di nutrimento dal terreno.

Blocca i tipi

È anche importante che tipo di gelo è arrivato nell’area di coltivazione del vigneto: avettivo o irraggiamento. Il più pericoloso è il raffreddamento advettivo. È molto difficile combatterlo, a volte persino impossibile. Tali gelate sono caratterizzate da una diminuzione della temperatura di diversi giorni.

Più spesso, la cultura resiste al raffreddamento delle radiazioni, cioè se le viti vengono congelate di notte, durante il giorno dovrebbero riscaldarsi. Questo tipo di gelo si verifica più spesso di notte e si concentra in superficie, dove cresce il vigneto. Con tali gelate è possibile ed è necessario lottare.

Weiterlesen:
Proprietà utili della foglia d'uva

Sintomi di congelamento

Il congelamento della vite preoccupa spesso i giardinieri in primavera, quando il flusso attivo della linfa è già iniziato.

Il vigneto può essere gravemente danneggiato dalle condizioni meteorologiche avverse, che influenzeranno l’ulteriore crescita e resa del raccolto. Il suo posto più vulnerabile sono i suoi occhi. È importante che i reni sostitutivi siano danneggiati meno frequentemente di quelli che vengono chiamati centrali, i più fruttuosi. I germogli annuali soffrono anche di gelate primaverili e, in caso di forti gelate, le radici della pianta.

Puoi scoprire se il vigneto ha bisogno di un restauro all’inizio della primavera. Dovresti prendere un coltello e fare un’incisione negli occhi. Quei reni che non sono congelati saranno verdi. Danneggiati sono quelli che hanno una tinta marrone o marrone. L’imbrunimento di una piccola parte del rene indica che la vite partirà e non è necessaria alcuna azione.

Il danno da gelo all’apparato radicale è più pericoloso. Per verificare la fattibilità di una cultura, dovresti:

  1. Scava un piccolo buco vicino al cespuglio fino a quando le radici della pianta non sono esposte.
  2. Fai un’incisione con un coltello da giardino sulla superficie di una delle radici.
  3. Controllare il colore della struttura nel sito di taglio. Deve essere bianco. Marrone o nero: la pianta è morta.

Vale la pena controllare le radici solo se ci sono segni di congelamento dei reni. Il loro colore verde sano indica un apparato radicale sano e integro.

Modi per proteggere le piante dal gelo

Uva e gelate primaverili

Non piantare l’uva in un luogo ventoso

La protezione dal gelo deve essere fornita alla coltura anche durante il suo periodo di semina. Il posto migliore per tali piante amanti del calore è una sezione del giardino protetta dal vento. Il muro di una casa o qualche annesso può fungere da barriera al vento.

Weiterlesen:
Perché l'uva cade

Se vuoi prenderti cura di un impianto esistente che non è protetto da un muro o altri dispositivi, dovresti conoscere alcune caratteristiche. Affinché l’uva non si congeli con l’inizio del peggioramento delle condizioni meteorologiche in primavera, è necessario assicurarla in uno dei seguenti modi:

  1. Uso della copertura. È possibile utilizzare film di polietilene, spunbond e altri materiali. Puoi costruire una piccola serra nel luogo in cui vengono coltivati ​​​​i cespugli allungando il materiale utilizzato sui tralicci da diversi lati. Puoi anche realizzare una serra pieghevole rimovibile su un telaio di legno o su archi. I ripari sono particolarmente necessari nelle regioni dove il rischio di gelo è più alto. Solo quando fuori fa caldo (almeno 10 ° C), puoi scavare i cespugli dal rifugio, scrollarti di dosso i detriti, le particelle di terreno e raddrizzarli. Questo deve essere fatto in modo che l’impianto sia ventilato. Lo stesso giorno, prima dell’inizio di una notte fresca, dovrebbe essere costruita una mini serra, dove il cespuglio sarà protetto in modo affidabile dal gelo. È più efficace usare una mini serra sugli archi. Un tale riparo ti consente di lasciare un ampio spazio nella serra, che salverà la pianta dal riscaldamento.
  2. Fumo. È necessario fornire un fumo denso che riscaldi le piante. Puoi usare speciali fumogeni o accendere un fuoco.
  3. Irrigazione abbondante e condimento superiore. L’irrigazione dovrebbe essere prima che la temperatura scenda. Evaporando, l’umidità proteggerà le piante dai danni. I fertilizzanti minerali (tranne l’azoto) hanno lo stesso effetto.
  4. Spruzzatura. Viene eseguito durante il congelamento. Si verifica il congelamento dei germogli, che salverà la pianta dall’esposizione a un forte gelo.
  5. Le condizioni meteorologiche dovrebbero essere controllate. Con tempo caldo e calmo, la serra può essere rimossa. Di notte, la pianta deve essere protetta.
Weiterlesen:
Rifugio d'uva per l'inverno nella corsia centrale

Il giardiniere può scegliere il modo appropriato per proteggere i rifugi. Vale la pena ricordare che le serre hanno l’effetto più lungo e affidabile. Il resto dei metodi è a breve termine e può aiutare solo con le gelate, della durata di 1-2 giorni.

Nelle regioni in cui le gelate primaverili non sono rare, i giardinieri possono intraprendere le azioni appropriate in autunno. Dopo che il fogliame è caduto, i cespugli dovrebbero essere spruzzati con una soluzione di solfato di rame. Oltre all’azione preventiva contro parassiti e malattie, tale operazione influenzerà il tempo di sviluppo degli occhi. La pianta trattata con tale soluzione indugia nel risveglio primaverile per 7-10 giorni.

Ripristino di cespugli ghiacciati

Gli occhi fruttuosi e i germogli annuali sono i primi a soffrire il gelo. A condizione che l’apparato radicale non abbia sofferto di gelate primaverili, è possibile ripristinare il cespuglio.

Con lievi danni all’apparato radicale, i giardinieri consigliano di rimuovere la maggior parte della vite, lasciando solo lo stelo della radice con il primo occhio da terra. Dovrebbe essere sepolto nel terreno per 1-2 settimane, in modo che la parte sana delle radici inizi a stratificare. Questo metodo salverà la vigna, ma la prossima vendemmia dovrà aspettare diversi anni. Per un recupero più rapido della pianta, si consiglia di annaffiarla spesso.

È più facile se solo alcune parti del cespuglio sono interessate. Non preoccuparti. Con l’inizio del flusso di linfa, alcuni germogli di riserva daranno origine a giovani germogli. Tra un mese appariranno nuovi germogli e inizieranno a formarsi le foglie. Quei germogli che rimangono invariati dovrebbero essere tagliati.

Se l’uva non mostra segni di vita, va smaltita. Tale impianto non può più essere ripristinato.

Weiterlesen:
Vitigno russo precoce
COME PROTEGGERE L’UVA DALLE BENE PRIMAVERILI

COME SALVARE L’UVA DALLE GELI PRIMAVERILI

Protezione dell’uva dalle gelate primaverili

conclusione

È più facile proteggere un raccolto dalle gelate primaverili che ripristinarlo dagli effetti dannosi del gelo. Puoi realizzare una mini serra, fumare piantagioni, irrigare e annaffiarle abbondantemente. Ma, se ciò non fosse possibile, dovranno essere adottate misure adeguate. Le uve danneggiate dal gelo in primavera possono essere ripristinate solo se parzialmente danneggiate. Le parti non animate della vite possono essere tagliate dopo la fine del flusso di linfa. Puoi ripristinare il cespuglio, anche quando una parte delle radici si è congelata. A seconda del grado di perdita di vitalità della pianta, è necessario ricoprire l’uva ancora per qualche settimana nel terreno o asportare gran parte della vite per stimolare l’emergere di giovani tralci.

голоса
Рейтинг статьи
Ссылка на основную публикацию
Adblock
detector